´La Scena Sensibile´: “Il mago di Oz” e “Cenerentola”

0

Napoli – Due spettacoli in contemporanea, entrambi diretti da Giovanna Facciolo, inaugurano a Napoli la dodicesima edizione de ‘La Scena Sensibile’ programmazione di teatro, musica e danza per le nuove generazioni, organizzata dall’associazione I Teatrini. Si inizia lunedì 5 novembre (ore 9,30 e ore 11) con “Nel regno di Oz” di L. Frank Baum, interpretato da Monica Costigliola, Valentina Curatoli, Alessandro Esposito e Alice Palazzi, ambientato negli incantevoli spazi all’aperto dell’Orto botanico di Napoli; contemporaneamente, al Teatro La Perla di Bagnoli (ore 10.00), va in scena la nuova produzione intitolata “Nella cenere”, con Adele Amato de Serpis, Valentina Carbonara e Cristina Messere, scenografia di Roberto Crea, liberamente tratta dalla fiaba ‘Cenerentola’ di Charles Perrault. “Un inizio – sottolineano i curatori Giovanna Facciolo e Luigi Marsano – che sintetizza il tema dell’intera programmazione, dedicata quest’anno ad allestimenti e riduzioni per il teatro di classici della letteratura per l’infanzia”. Su questo argomento, il programma presenta, fino a maggio 2008, tredici spettacoli, per un totale di 142 repliche complessive, tra cui si inserisce un omaggio a Mark Twain, con “Le avventure di Tom Sawyer” presentato da Eidos di Benevento ed “Il principe e il povero” messo in scena dal Teatro Città Murata di Como. Tra le attività collaterali, I Teatrini programmano ben quattro laboratori specializzati, riservati agli studenti della Campania, sui temi dell’emigrazione, integrazione, ambiente e legalità, ma anche approfondimenti sulla figura del Pulcinella, nella sua interazione con popoli e culture del Pianeta, sintetizzata dal decennale lavoro di Bruno Leone e coadiuvata dagli studi antropologici di Massimo Perez.
“L’obiettivo della nostra compagnia – scrive in una nota Luigi Marsano – è quello di creare dei momenti culturali stabili per l’infanzia e la gioventù che vive nella città di Napoli e nella regione. La rassegna, in vita da dodici anni, deve poter diventare un segno di normalità all’interno di un sistema teatrale che deve comprendere, a pieno titolo, anche le attività rivolte alle nuove generazioni”.
La rassegna si realizza con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Campania, della Provincia e del Comune di Napoli e del Consorzio Teatro Campania, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’Agis.

Posto unico euro 5,00 con prenotazione obbligatoria. Infotel: 081-19567674. In rete: www.iteatrini.it


                            FONTE. CASERTANEWS                   MICHELE DE LUCIA