Salernitana-Sangiovannese 2-0

0

Grande vittoria della Salernitana all’Arechi.
Con Di Deo e Mamede out per infortunio, Agostinelli piazza Troise in mediana davanti alla difesa, mentre Enzo Fusco agisce largo a sinistra nel binario di Mammarella. Il primo tempo non è esaltante, i granata stentano a far decollare la manovra (il terreno allentato non aiuta) e, non riuscendo ad innescare Ciarcià, si affidano ai lanci lunghi che un volitivo Ferraro cerca di spizzicare, spesso invano, verso Di Napoli. La Sangiovannese, dal canto suo, mette dieci uomini dietro la linea della palla e tiene sulla trequarti avversaria il solo Varriale, il quale, supportato di tanto in tanto dalle avanzate di Furlanetto, lavora di fisico i pochi palloni giocabili. Poche le fiammate locali, da registrare un tiro di Giannone ed un colpo di testa di Ambrogioni.
Nella ripresa la musica cambia: gli azzurri ospiti attaccano sovente sulla destra, creando non poco scompiglio, ma l’ingresso di Magliocco, che va a fare la terza punta al fianco di Ferraro e Di Napoli, li costringe ad arretrare e ad allargarsi in fase difensiva. Puntuale il gol, firmato proprio dal redivivo bomber siculo: minuto 65’, Giannone pennella dal corner e Magliocco incorna in rete nel tripudio generale. Sulle ali dell’entusiasmo, ecco il raddoppio cinque minuti dopo: Magliocco, ancora lui, va al contrasto aereo con un avversario, la sfera giunge a Di Napoli che batte di prima dai venti metri e confeziona un pallonetto super. Il match finisce qui, classica girandola di sostituzioni (in campo anche l’ex Foggia e Fiorentina Ciccio Baiano) e poi tutti sotto la doccia. L’Ancona cade a Crotone (forse era meglio un pari, trattandosi di scontro diretto) e così la Salernitana è a -1, ancora imbattuta. Domenica si va a Martina
.