Un grande Napoli batte la Juventus 3 – 1

0

Era il 25 Marzo 1990, il Napoli batteva la Juventus 3 – 1, grazie alla doppietta di Maradona ed al gol di Francini. Era un altro Napoli, erano altri tempi e l’obiettivo finale era uno solo, lo scudetto. Il Napoli in quell’anno si laureava campione d’Italia per la seconda volta, la Juventus arrivava quarta alle spalle di Milan ed Inter. 27 Ottobre 2007, sono passati 17 anni,gioie e dolori hanno contraddistinto questi lunghi anni, retrocessioni in B, fallimenti, scandali calcistici, ma entrambe, come solo i campioni sanno fare, si sono rialzate e sono tornate in serie a, dove giocare a calcio conta veramente. Il Napoli di Eddy Reja,anche grazie all’aiuto dell’arbitro Bergonzi (due rigori molto dubbi), batte la Juventus.


E’ la gara che non ti aspetti, il San Paolo è gremito, 60000 spettatori affamati di vittoria e di spettacolo. La partita è bella fino al 12′ della ripresa, Napoli e Juventus sono sull’ 1-1. L’arbitro Bergonzi vede tutto quello che gli altri non riescono a vedere. Al 16′ Chiellini atterra Lavezzi in area, Bergonzi fischia, Domizzi realizza. Al 24′ stessa storia, però è Buffon che stende Zalayeta in area di rigore, Bergonzi fischia, Domizzi segna.


Reja conferma la formazione che ha impattato 4-4 con la Roma, Ranieri (in tribuna per squalifica, ma in contatto col vice Damiano attraverso l’asse Pessotto-Belardi) elegge Palladino a vice-Nedved (a sua volta squalificato), con Almiron in mezzo e non Zanetti, in panchina accanto a Marchionni (manca Camoranesi), al rientro dopo la frattura al piede destro.


Il primo tempo non tradisce le anticipazioni: Napoli molto aggressivo in partenza, Lavezzi fa il Maradona, la Juventus esce e cresce alla distanza. Le occasioni sono poche ma la gara è intensa e vibrante. Solo Domizzi e Trezeguet vanno vicini al gol, Buffon ferma un colpo di testa del napoletano al 5′, Iezzo non è da meno su un gran sinistro del francese al 19′. Il francese segna, ma Bergonzi annulla per un giusto fuorigioco di Trezeguet sull’ultimo tocco di Palladino.


La ripresa si apre col botto, Del Piero si ripete: realizzo lo 0-1 nell’ultima volta della Juventus al San Paolo in Serie A. Su assist di Palladino porta in vantaggio la Juventus, 0-1. La replica del Napoli è pronta, è come se tutto fosse già stato scritto. Dopo soli 3′ è gargano, dopo un’azione personale, a firmare il momentaneo pareggio. Al 9′ Trezeguet colpisce anche un palo, e sul rimbalzo Del Piero, incredibilmente, manda altissimo. Sarà l’ultima limpida occasione da gol della gara.


Al 12′ Lavezzi cade in area dopo un contrasto con Chiellini. Il difensore bianconero colpisce il pallone, nessuno protesta, ma Bergonzi indica il dischetto. Si avvicina Domizzi, e non fallisce. E’ il 2-1, al 12′. La Juventus si disunisce, non riesce più a masticare calcio efficace, non rischia ma non punge. E al 25′ arriva il capolavoro di Bergonzi: Zalayeta va in percussione centrale, Buffon si tuffa, non c’è nemmeno contatto con l’ex compagno di squadra, ma implacabile arriva il fischio arbitrale (e l’ammonizione per Buffon, che, in caso di fallo, avrebbe meritato l’espulsione). E ancora Domizzi non sbaglia dal dischetto, spiazzando ancora Buffon e firmando il 3-1 finale.


Un risultato inaspettato, che nessuno mai si sarebbe aspettato. La Juventus incassa la seconda sconfitta della stagione. Il Napoli con questa vittoria si porta a 14 punti, a sole 6 lunghezze dall’inarrivabile Inter, ma non si sa mai, questo Napoli non punta allo scudetto, ma volendo un pesierino ce lo si potrebbe fare.


Andrea Gallucci


NAPOLI-JUVE 3-1
NAPOLI
: Iezzo; Cupi, Cannavaro, Domizzi; Garics (38′ st Contini), Blasi, Hamsik, Gargano, Savini; Lavezzi(33′ st Calaiò), Zalayeta (45′ st Sosa).
In panchina: Gianello, Montervino, Bogliacino, De Zerbi. Allenatore: Reja

JUVENTUS
: Buffon; Grygera (30′ st Marchionni), Legrottaglie, Chiellini, Molinaro; Salihamidzic,
Nocerino, Almiron (41′ st Tiago), Palladino (35′ st Iaquinta); Del Piero, Trezeguet. In panchina: Belardi, Birindelli, Criscito, Zanetti. Allenatore: Ranieri, in panchina Damiano

ARBITRO: Bergonzi di Genova.

RETI: 1′ st Del Piero, 4′ st Gargano, 17′ st, 25′ st Domizzi (rigori).

NOTE: Serata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori: 60 mila circa. Ammoniti: Domizzi, Nocerino, Buffon, Chiellini. Angoli: 5-4 per il Napoli. Recupero: 0′ pt, 4′ st.