Sorrento pareggio a Taranto 1-1

0

Sono trascorsi oltre ventanni dal 6 aprile del 1986 (ultima sfida fra Taranto e Sorrento); in quella circostanza gli jonici ebbero la meglio sulla formazione rossonera per 1-0 grazie alla rete di Silvio Paolucci. Da allora le due formazioni hanno attraversato momenti difficili della propria storia calcistica provando anche il “gusto” acre e la polvere della serie D. Si ritrovano oggi nella medesima serie di allora, ma con obiettivi e umori differenti.



Giornata piovosa allo stadio Jacovone davanti a circa quattromila unità con una sparuta rappresentanza di tifosi campani. Mister Cari schiera i rossoblu con il modulo 4-2-3-1 con i ritorni di Pellecchia e Dionigi dal primo minuto al posto rispettivamente di Cavallo (squalificato) e Ascenzi (scelta tecnica). In difesa Zaccanti prende il posto dell’infortunato Pastore.



In casa rossonera mister Provenza schiera i suoi uomini con il modulo 4-4-2, inserendo al centro dell’attacco il poderoso Fragiello al posto dello squalificato Russo, mentre a centrocampo registriamo il rientro dal primo minuto del centrocampista Ottobre.



Prima occasione della gara per il Taranto al 7’ minuto. L’azione parte da un angolo battuto da Zito, che serve Colombini, il terzino entra in area dalla sinistra e scaglia un rasoterra in diagonale, ma Brunner si distende e blocca. Al 12’ ancora gli jonici in avanti, Colombini sulla sinistra serve Dionigi, il quale in girata, conclude a rete, ma il suo tiro risulta debole e centrale per Brunner che para agevolmente. Al 14’ il Sorrento usufruisce di un calcio di rigore per fallo commesso da Zaccanti su Rastelli. Lo jonico viene ammonito, mentre l’attaccante rossonero si incarica della trasformazione. La punta realizza spiazzando il portiere Barasso.



Il Taranto risponde al 18’ con uno schema su punizione, la battuta e di Cejas per Cutolo, il quale si avvita, ma il suo tiro risulta telefonato per Brunner, che para senza difficoltà. Un minuto dopo Colombini dalla sinistra serve in area Dionigi, il quale conclude a rete debolmente su Brunner ben appostato al centro dei pali. L’azione del Taranto diventa insistente: al 20’ tiro di Cejas dai venticinque metri con palla abbondantemente al lato. Al 26’ il Taranto perviene al pareggio grazie ad una della triangolazione in velocità Cutolo-Dionigi-Cutolo, il quale con un bel diagonale dall’interno dell’area batte Brunner infilandolo su lato destro. Successivamente la partita attraversa una fase di stanca. Da segnalare al 46’ una punizione degli ospitii da oltre trenta metri di Radi con palla che termina abbondantemente alta sulla traversa.



La ripresa inizia con lo stesso ritmo blando con cui era finito il primo tempo. Dopo cinque minuti la prima azione degna di nota: tiro cross di D’Alterio con respinta plastica Brunner. All’8’ sponda di petto di Dionigi per Cutolo che da fuori area conclude a rete ma il tiro trova pronto alla parata il portiere ospite. Al 15’ si vede il Sorrento con un tiro velleitario di Marciano che Barasso para senza difficoltà. Cari intanto provvede, dopo l’ingresso di Mancini al posto del fumoso Pellecchia, a scambiare gli esterni. Al 17’ grosso pericolo per il Taranto con gran tiro di Ottobre servito da Marciano e provvidenziale deviazione in angolo di Barasso.



Al 21’ punizione per il Taranto di Cejas con palla che finisce di poco alta sulla traversa. Intanto con l’ingresso di Sibilli al posto di Piccioni i campani cambiano in loro modulo da 4-4-2 in 4-3-3.



Otto minuti dopo Zaccanti viene ammonito per la seconda volta e quindi espulso per un fallo al limite dell’area su Fragiello. Il successivo calcio di punizione di Maury impegna severamente Barasso che devia in angolo. Al 39’ occasione per Mancini servito da Dionigi che di destro tira in porta dal limite e bella risposta di Brunner che si distende e devia in angolo. Al 45’ tiraccio di Migliaccio che finisce alto sulla traversa. L’arbitro concede cinque minuti di recupero ma non accade nulla. Tra il pubblico intanto comincia a montare il malumore che sfocia in qualche coro contro Blasi.




Tabellini:



Taranto : Barasso, D’Alterio, Colombini, Migliaccio, Zaccanti, De Liguori, Pellecchia (12’ st Mancini), Cejas, Dionigi, Cutolo (38’ st Ascenzi), Zito (29 st Di Bari) . Disponibili : Faraon, De Falco, Marsili, Ungaro. All. Cari.



Sorrento : Brunner, Ferrara, Radi, Nicodemo, Maury, Braca, Marciano, Ottobre, Fragiello (48’ st Vanin), Piccioni (22’ st Sibilli), Rastelli (36 st, Maiorano). Disponibili : Ambra, Migliozzi, Pezzella, Ruotolo. All. Provenza.

Arbitro : Donati di Ravenna

Marcatori: 14’ p.t. Rastelli (S), 26’ p.t. Cutolo (T).

Ammoniti: Cutolo, Cejas, Zaccanti, Migliaccio per il Taranto; Marciano per il Sorrento

Espulsi: Zaccanti per il Taranto

Angoli: 6-3 per il Taranto

Spettatori: 4.000 circa