Costiera Amalfitana a Minori record per Iannuzzi

0

Successo della lista “ Campania Democratica “ per Tino Iannuzzi Minori , record di affluenza per le primarie del P.D. Per l’importante affermazione è stata decisivo l’operato del candidato Andrea Reale
Minori. Il Partito Democratico nasce sotto auspici eccezionalmente favorevoli a Minori, che registra dati record di affluenza al voto delle primarie. Oltre un terzo degli elettori minoresi si è presentato alle urne e ha espresso una forte richiesta di partecipazione. Ben settecentoquattordici elettori , nella giornata di domenica , hanno preso d’assalto la sede elettorale , allestita presso il municipio , che , ben presto , si è rivelata inadeguata a contenere le numerose persone accorse a votare . Qualcuno ha dovuto rinunciare ad esprimere la propria preferenza e non sono mancati i momenti di tensione . Dapprima , c’è stato qualche equivoco sulla modalità del voto , con qualche cittadino sprovvisto o del certificato elettorale o del documento di identità che pretendeva di poter entrare nella cabina , in seguito , è montata la polemica a causa della presenza , fuori dal seggio , di Andrea Reale , candidato nella lista “ Campania Democratica “ , di cui è stato chiesto , ed ottenuto , l’allontanamento . E proprio Reale è l’artefice della attiva presenza dei minoresi alle primarie del P.D. , con una appassionata opera di propaganda , fatta in modo capillare in tutto il paese . E l’esito positivo , confermato dallo spoglio , rendono merito al suo lavoro . Ben quattrocentotrentacinque voti per Tino Iannuzzi , che ha staccato la lista “ Itinerario Democratico “ , di Antonio Cuomo , con centododici voti e su “ Un Nuovo Inizio per la Campania “ , che vantava importanti appoggi politici, tra cui il sindaco di Salerno , on. Vincenzo De Luca , ed il presidente della Provincia, Angelo Villani , fermo a settantasei voti . Grande la soddisfazione di Reale , capogruppo di minoranza al comune di Minori :” Nel mio paese l’”antipolitica” è sopravanzata di gran lunga dalla voglia di esserci e di contare: i cittadini in massa reclamano una politica pulita, trasparente ed aperta, che coinvolga la gente, piuttosto che arroccarsi nei suoi impenetrabili riti. Rilevante, in questo quadro, il successo della lista “Campania Democratica”, che ha contribuito con una percentuale di oltre il 65% (la più alta del collegio Cava – Costiera , una tra le più alte dell’intera provincia) all’elezione del neo-segretario regionale Tino Iannuzzi: le altre quattro liste in campo toccano a stento, sommate insieme, la metà delle preferenze andate a Campania Democratica. Merito, evidentemente, di una campagna elettorale condotta al meglio dagli esponenti locali di Campania Democratica., con toni di assoluta pacatezza e di massima apertura all’incontro e al dialogo. Come da qualsiasi elezione, alla fine ci sono vincitori e sconfitti. In questo caso vincitori assoluti sono il nuovo partito e gli elettori di Minori, che hanno dato, come in passato, un bell’esempio di democrazia e di coscienza civile. “ Ma vincenti sono risultate pure le qualità personali di Andrea Reale, candidato al quarto posto della lista “Campania Democratica per Iannuzzi”, nel quale l’elettorato ha mostrato di riporre una fiducia solida e basata sui fatti , e molti credono che l’ottimo risultato delle urne sia indicativo anche per quanto concerne le prossime elezioni comunali del 2009, quando il giovane politico minorese si proporrà per l’investitura popolare alla carica di primo cittadino .


Angelo Sammarco

Lascia una risposta