Positano la guarigione miracolosa di Sonia Casola

0

UNA GUARIGIONE “MIRACOLOSA”
all’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia

il caso “Sonia Casola”


CASTELLAMMARE DI STABIA – Domani mattina alle ore 11 presso la sala stampa della “Cittadella della Comunicazione” (Via Provinciale Schito 131 – Torre Annunziata) di Metropolis si terrà la conferenza stampa indetta dai familiari della sig.ra Sonia Casola, la ventiseienne di Positano, noto centro della Costiera Amalfitana in provincia di Salerno, che è stata involontaria protagonista di un caso clinico eccezionale perché colpita da “cardiomiopatia peripartum” all’atto di mettere al mondo la sua prima bimba (Virginia) e finendo in coma per oltre 2 settimane.
La signora aveva partorito col taglio cesareo all’Ospedale “De Luca e Rossano” di Vico Equense, ma l’insorgere di complicazioni patologiche legate a questa rara malattia ne provocava il coma per cui veniva ricoverata d’urgenza presso il nosocomio stabile del ”San Leonardo” e affidata al team del reparto di rianimazione e anestesiologia diretto dal prof. Aniello De Nicola per scongiurarne il decesso.
Domani la sig.ra Sonia sarà dimessa dall’Ospedale e potrà finalmente abbracciare la sua piccola e far ritorno a casa sua nella frazione di Nocelle a Positano dove la famiglia ha il famosissimo ristorante Santa Croce sul sentiero degli dei.
Il felice epilogo della vicenda merita un approfondimento sul piano clinico, oltre che umano, perché questa patologia ad etiologia sconosciuta e per la quale non esistono terapie specifiche, presenta un’elevata mortalità tra le donne che ne vengono colpite e che oscilla tra il 25 e il 50% dei casi.
L’episodio, in un momento in cui la sanità finisce sul banco degli imputati per gravi casi di malasanità, costituisce invece un esempio di quella “buona sanità” di cui troppo spesso non si ha notizia. Per questa ragione il coniuge della signora Sonia, dopo la durissima prova vissuta, ha inteso farsi portavoce di questa vicenda familiare dai forti risvolti umani, ma altrettanto sul piano scientifico perché il successo costituisce certamente la prova che è stato compiuto e si stanno compiendo passi avanti sulla strada della conoscenza e quindi anche della lotta e della prevenzione a mali incurabili.
All’incontro con la stampa interverranno, oltre al marito della signora Sonia e al prof. Aniello De Nicola, il dirigente dell’Asl Na5 dott. Gennaro D’Auria e il coordinatore del reparto di rianimazione stabile dr. Antonio Coppola.
Si ringrazia per l’attenzione e per la partecipazione.

10.10.2007
Info:
Vincenzo Califano – 346 3931495 – Uff. Net Met 081 5370685 – e-mail: vcalifano@alice.it


Questo è un comunicato stampa. Siamo felici di questo esito positivo per Sonia come pure per Angela Barba, coinvolta nell’esplosione della casa a inizio settembre, che dovrebbe rientrare a giorni a Positano. Siamo felici ogni tanto di pubblicare notizie positive. Domani su Metropolis quotidiano e su Metropolis Tv ci saranno maggiori informazioni da parte dei familiari che hanno organizzato la conferenza stampa a cui facciamo auguri di cuore


La redazione