Con il Rigoletto riparte la stagione lirica al Verdi di Salerno

0

Mercoledì 10 ottobre riprende la stagione Lirica, di Balletto e Concerti 2007 del Teatro Verdi, magistralmente diretta dal Maestro Daniel Oren. Il primo appuntamento, dopo la pausa estiva è con Giuseppe Verdi e il Rigoletto, originale figura di un buffone di corte: è la diciassettesima opera di Giuseppe Verdi e, per universale consenso, quella che apre un mondo nuovo al melodramma dell’ottocento. Con Il Trovatore (1853) e La Traviata (1853) è parte della cosiddetta “trilogia popolare” di Verdi.

Rigoletto è un’opera in tre atti di su libretto di Francesco Maria Piave, tratta dal dramma di Victor Hugo “Le Roi s’amuse” (“Il re si diverte”).
Intenso dramma di passione, tradimento, amore filiale e vendetta, Rigoletto non solo offre una combinazione perfetta di ricchezza melodica e potenza drammatica, ma pone lucidamente in evidenza le tensioni sociali e la subalterna condizione femminile in una realtà nella quale il pubblico ottocentesco poteva facilmente rispecchiarsi.
La prima del Rigoletto, sotto la direzione di Giampaolo Bisanti e la regia di Renzo Giacchieri, è prevista mercoledì 10 ottobre alle ore 21.00 con repliche venerdì 12 (ore 21.00) e domenica 14 alle ore 18.30.

Il “Rigoletto” ed i suoi protagonisti saranno presentati al pubblico ed alla stampa nel corso del consueto appuntamento con “Tra Palco e Realtà” in programma per lunedì 8 ottobre alle ore 18.30 all’interno del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno.

All’appuntamento – condotto dal giornalista Peppe Iannicelli –  prenderanno i protagonisti del cast, il maestro Antonio Marzullo Segretario Organizzativo della Stagione lirica del Massimo Cittadino, Rosalba  Lo Judice Coordinatrice artistica, Antonello Mercurio Direttore artistico dell’associazione Seventh Degree che coopera all’iniziativa.

Tra Palco e Realtà  è organizzato dalla Direzione Artistica del Teatro Municipale del Teatro Verdi di Salerno.
Alla serata saranno presenti gli alunni delle scuole Alfano I; Tasso; Liceo Scientifico di Cava De’ Tirreni e l’istituto superiore di Montoro, che hanno partecipato al progetto “Vado al Massimo”.


                           MIKI DE LUCIA

Lascia una risposta