Controlli antiabusivismo dei Carabinieri in Costiera Amalfitana: denunciate 15 persone

0

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Comando Compagnia di Amalfi hanno svolto un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio in Costiera Amalfitana.

Nel corso dell’operazione, che ha interessato tutti i comuni della costiera, i militari delle Stazioni Carabinieri hanno controllato numerosi cantieri, accertando sette opere abusive per complessivi 530 mq. a Furore, Positano, Praiano, Scala e Tramonti, dal valore stimato di cinquecentomila euro.


Sono quindici, invece, le persone denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno: proprietari, operai, direttori dei lavori e titolari di imprese edili. Tutti responsabili di aver realizzato manufatti edili in violazione delle norme che disciplinano il settore edilizio, in zone di grande interesse ambientale sottoposte a vincolo paesaggistico.


Nel mirino dei Carabinieri è finita anche una struttura ricettiva affittacamere di Furore, dove i militari hanno accertato l’esistenza di un piccolo manufatto abusivo dotato di ampio terrazzo panoramico, realizzato senza alcuna autorizzazione e adibito anch’esso a struttura ricettiva.


Nonostante i recenti drammatici eventi verificatisi lo scorso 18 agosto a Conca dei Marini, la Costiera Amalfitana continua ad essere interessata dal fenomeno del c.d. “mattone selvaggio”, poichè le elevatissime quotazioni del mercato immobiliare inducono sempre più i proprietari a violare le vigenti disposizioni in materia edilizia, commissionando lavori abusivi per realizzare ex novo dei manufatti di grandi dimensioni e di notevole valore economico o, nella maggior parte dei casi, per aumentare i volumi di abitazioni già esistenti e arricchirle di qualche ulteriore comodità, quali terrazze e pergolati.


Tuttavia, prosegue l’impegno costante dell’Arma nella lotta all’abusivismo edilizio in Costiera Amalfitana che resta uno degli obiettivi primari da perseguire per la tutela di un paesaggio unico al mondo. Infatti, dopo i risultati conseguiti nel corso del 2006 con 190 persone denunciate, dall’inizio dell’anno sono già 163 le persone denunciate per abusivismo, di cui 29 anche per violazione di sigilli, mentre i cantieri sottoposti a sequestro sono 72 per un totale di opere abusive rilevate pari a 5.270 mq.