Napoli L´Arte a Sant´Eligio e dintorni.

0

Si svolgerà il prossimo sabato 15 settembre 2007 all’Istituto Campo del Moricino la cerimonia di premiazione della III Estemporanea di Pittura.

Sabato 15 settembre 2007, alle ore 12,00, nella sala Corradino di Svevia – Istituto Campo del Moricino – Piazza Sant’Eligio, a Napoli, si terrà la premiazione delle opere vincitrici del terzo concorso di pittura estemporanea “L’Arte a Sant’Eligio e dintorni”.
L’evento è promosso dall’Associazione Culturale “Storico Borgo Sant’Eligio”, che opera sul territorio della zona Mercato di Napoli con l’intento di riedificare una pur minima presenza culturale in una zona a vocazione mercantile,


Questa zona versa in uno stato di abbandono da parte delle istituzioni cittadine, che nel succedersi delle coalizioni non hanno inteso farsi carico della riqualificazione della antica zona del “mercato del Morticino.


Si segnala che dal 1100 è il cuore del commercio all’ingrosso della metropoli partenopea.
Sono tanti i grandi siti storici che insistono sulla zona, tra i quali la Basilica del Carmine, la Chiesa di San Giovanni Maggiore, di fondazione nel 900/1000, e la Chiesa di Sant’Eligio Maggiore, fondata nel 1200.
Il presidente dell’Associazione Vincenzo Falcone si prodiga da anni (la sua attività è in zona dal 1931) e nell’ottica di valorizzare il territorio organizza da molti anni eventi e manifestazioni legate all’arte con la presenza di moltissimi artisti, di valio calibro e carattere, che nel corso delle edizioni de “L’Arte in vetrina”, nel periodo di natale di ogni anno, accorrono per partecipare alla manifestazione, unica a Napoli per il connubio tra arte e commercio.
Le edizioni delle estemporanee sono ormai tre e per questa edizione è intervenuto il complesso scolastico omnicomprensivo “Campo del Moricino”, che con l’avallo del Ministero della Pubblica Istruzione ha messo a disposizione dei premi in denaro per i vincitori.
Oltre quaranta le opere in concorso, che con vari linguaggi e tecniche hanno rappresentato i luoghi della zona di Sant’Eligio.


Da seguire.


 


Maurizio Vitiello