SALERNO/ PARROCO SI DIMETTE E VIENE SCORTATO DA FORZE DELL´ORDINE

0

sacerdote don Gianni Citro, si dimette dalla parrocchia di Lentiscosa (Salerno) ed il paese si spacca in due fazioni. Noto alle cronache locali per l’insolito ruolo di direttore artistico svolto in più occasioni ed anche in alcune manifestazioni promosse dalla Provincia di Salerno, don Gianni Citro continua a far parlare di se.

Ieri ha dato le dimissioni dalla sua parrocchia “per un clima che non favorisce la propria armonia”. Questo il senso delle sue parole. E’ arrivato alla piccola frazione del comune di Camerota, scortato dalle forze dell’ordine. La messa è stata celebrata dal Vescovo Monsignor Angelo Spinillo.


La decisione del parroco è giunta dopo un periodo di tensione che è cresciuto tra i parrocchiani per motivi ancora non noti. Le due fazioni non si sono risparmiati accuse, minacce e momenti di tangibile aggressività.


Nei giorni scorsi – è il racconto di alcuni presenti – il parroco è stato attaccato proprio sul sagrato della chiesa e, mentre cercava di difendersi verbalmente, sarebbe scoppiata qualche colluttazione tra i protagonisti delle opposte fazioni.


I residenti che si sono schierati a difesa del parroco hanno affisso dei manifesti nelle due frazioni del Comune di Camerota, rispettivamente Lentiscosa e Marina di Camerota (paese di provenienza del sacerdote), dove veniva sottolineato che “non era giusto che per colpa di qualcuno l’intera comunità avrebbe dovuto rinunciare al proprio parroco”.


Ma non è bastata la solidarietà di alcuni parrocchiani a convincere don Gianni Citro a rimanere. Infatti proprio ieri ha annunciato la sua dipartita. Ciò che preoccupa è il clima di tensione che in questi giorni si percepisce nel paese. Paese che in queste ore avrebbe dovuto celebrare la festa parrocchiale della patrona (santa Rosalia), una ricorrenza partecipata in modo particolare dalla comunità di Lentiscosa.


Molti i cittadini coinvolti in entrambe le fazioni sia per quella a difesa del sacerdote che per quella avversaria. E molti i segnali non rassicuranti. Le festività stanno procedendo, in queste ore, nonostante il grande assente e la preoccupazione che si possano verificare momenti di violenza.


FONTE: ALICE NOTIZIE


                                 MICHELE DE LUCIA

Lascia una risposta