Amalfi per il crollo di Conca dei Marini due indagati, i ragazzi sono ancora in prognosi riservata

0

Per il crollo del solarium in legno nella villa a CONCA DEI MARINI in costiera amalfitana da ieri è indagata anche la moglie di Luigi Coppola, Rosalia Iacomino. Le stato infatti notificato un avviso di garanzia, firmato dal sostituto procuratore Angelo Frattini, titolare dell’inchiesta. I reati contestati alla donna sono gli stessi di cui è accusato il marito e cioè omicidio colposo, crollo colposo e lesioni colpose. L’iscrizione nel registro degli indagati anche della donnna sarebbe dovuta alla comproprietà che ha con il marito della villa. Da qui la responsabilità addebitata anche a lei dalla pubblica accusa per la costruzione del solarium crollato. Rosalia Iacomino, presente nella villa al momento del crollo, sarebbe stata tra i primi a prestare i soccorsi e doveva essere sentita come persona informata sui fatti dagli inquirenti. Ma ora la sua posizione processuale è cambiata e a breve potrebbe essere interrogata con il marito dal pm Frattini, entrambi nella veste di indagati. Intanto continua il lavoro del consulente nominato dalla Procura, l’ingegnere Sergio De Martino, che dovrà depositare la perizia entro sessanta giorni. Vari gli aspetti che dovranno essere chiariti nella consulenza, intanto il tecnico sta acquisendo presso il Comune di CONCA DEI MARINI e presso tutti gli altri enti interessati anche tutta la documentazione amministrativa, relativa alla villa e alle sue pertinenze. Intanto sono state ritrovate anche due istanze di condono per una scala e una veranda annesse alla villa, costruite abusivamente, ancora in fase istruttoria, per le quali non sembra fosse ancora intervenuta una decisione. Un lavoro complesso quello del consulente che non solo dovrà dare una risposta tecnica a una serie di quesiti posti dal magistrato, ma anche reperire tutti gli atti amministrativi relativi a quella costruzione. Autorizzazioni, concessioni, istanze di condono e piante originarie della villa prima degli abusi, che dovranno essere poi confrontate con l’attuale planimetria, per poter stabilire quali modifiche siano state apportate abusivamente e se in qualche modo con il mutato assetto, possano aver inciso anche sul crollo di quel solarium di legno spuntato all’improvviso davanti alla villa. Intanto continuano le indagini dei carabinieri della Compagnia di Amalfi, diretti dal capitano Enrico Calandro, che stanno sentendo i vari testimoni, che hanno assistito al crollo. In ospedale un altro piccolo migliormento per Eugenia Bellini e Lorenzo Di Chiara, feriti nel crollo del solarium di CONCA DEI MARINI. I due fidanzatini ricoverati all’ospedale “San Leonardo” di Salerno continuano la loro lotta per aver salva la vita, grazie alle cure dell’equipé del dottor Dante Lo Pardo. Le condizioni cliniche di Eugenia Bellini e Lorenzo Di Chiara restano stazionarie, anche se i medici non negano qualche importante segnale di ripresa. La prognosi permane ancora riservata. Aumenta la fiducia per una soluzione positiva dell’angosciante tragedia che ha colpito in particolare i due fidanzati romani di 22 anni (lei) e 24 lui. Migliorano ancora le condizioni di salute degli altri due feriti nel crollo. Maurizio Todisco, invece, è stato dimesso ieri ed è stato trasferito presso il reparto di chirurgia maxillo-facciale dell’azienda ospedaliera “Cardarelli” di Napoli, seguito dall’equipè del professor Salvatore Parascandalo. Cluadio Iodice, con fratture alle scapole e all’avambraccio sinistro, è in nota operatoria in traumatologia sotto le cure dei sanitari coordinati dal dottor Antonino Valente. an.ba.