SANT’AGNELLO ARTISTI DA TUTTA ITALIA PER LA MOSTRA TERRA, ACQUA E FUOCO

0

SANT’AGNELLO ARTISTI DA TUTTA ITALIA PER LA MOSTRA “TERRA, ACQUA E FUOCO”

Week-end con la Festa di San Rocco. Tra gli appuntamenti, una esposizione dedicata all’arte del laterizio e la tradizionale Sagra della Polpetta



(AGO PRESS) Una due giorni per riscoprire le tradizioni, gastronomiche e artigianali, di Maiano. E’ la festa di San Rocco, che si terrà nel borgo domani e domenica. Ad organizzarla, il comune di Sant’Agnello e l’associazione onlus “Amici di San Rocco”, con il patrocinio della regione Campania, della provincia di Napoli e della comunità montana dei monti Lattari.

Quest’anno, alla tradizionale “Sagra della polpetta” e al gusto della ricetta tramandata dagli avi, che prevede l’aggiunta di spezie che conferiscono all’impasto un caratteristico sapore agrodolce, si unisce un momento culturale di grande spessore: la mostra “Terra, acqua e fuoco”.

I portoni del rione diventeranno le tappe di un percorso espositivo, ospitando le opere di ceramisti locali, ai quali si affiancheranno artisti di fama nazionale e internazionale, provenienti da Caltagirone, in provincia di Catania, e da Cerreto Sannita e San Lorenzello, nel beneventano.

L’iniziativa nasce dalla volontà di raccontare come l’arte del laterizio di Maiano sia una delle più antiche in penisola sorrentina e di riscoprire, dunque, le vecchie fornaci del borgo nelle quali venivano cotti mattoni e suoli per forni a legna, tegole e coppi rigorosamente lavorati a mano. Da qui l’idea di aprire gli antichi portali del centro storico e regalare ai visitatori un viaggio tra l’arte antica e sempre attuale della lavorazione artigianale dei manufatti.

Coloro che percorreranno le strade di Maiano, infatti, potranno ammirare i cretai alle prese con le antiche forme del legno, gli artigiani al tornio, i modellatori, gli scultori e i decoratori.

“La tradizione è l’anima stessa di un popolo – spiega il sindaco, Piergiorgio Sagristani -. E la tradizione è gastronomia, arte, architettura e artigianato. La due giorni di festeggiamenti in onore di San Rocco è un’occasione importante per l’avvio, quest’anno, di una mostra di notevole valore artistico, che testimonia la volontà di dare all’evento anche una prospettiva culturale. La ceramica diventa, in questo percorso di scoperta di luoghi e storia il collante tra il presente e il passato. Mi auguro che questa manifestazione, che unisce momenti ludici e di riflessione, possa aiutare le nuove generazioni a scoprire e amare le proprie origini, le proprie radici, ma anche avvicinarsi all’arte”.

Numerosi gli appuntamenti in calendario. Sabato 25 agosto alle ore 18, presso il Grand Hotel La Pace, si terrà la conferenza dal titolo “Le fornaci di Maiano tra passato e futuro”. A seguire, l’inaugurazione della mostra “Terra, acqua e fuoco”, con i laboratori all’aperto degli artisti della ceramica e le posteggi napoletane itineranti lungo il percorso. Alle ore 21, poi, sarà il momento delle “Polpette in tavola”, tra musica cultura e tradizione. In contemporanea, si terrà la “Corrida: dilettanti allo sbaraglio” e, a seguire, uno spettacolo musicale con vari artisti.

Domenica 26 agosto, a partire dalle ore 10, verrà aperto il percorso espositivo. Alle ore 21, si potranno assaggiare ancora le polpette, accompagnati dalle note di “Napule è …”, in programma per la stessa ora. A seguire, il trio comico “I ditelo voi” animeranno la serata con uno spettacolo di gustose gag. Alle ore 23 e trenta, poi, ci sarà l’estrazione dei biglietti della lotteria. Chiuderà la serata, la distribuzione di cornetti caldi a chi avrà partecipato, a chi si sarà divertito, a chi avrà ripercorso le tradizioni, le antiche arti e la gustosa cucina, all’ombra della Torre