Praiano salvato un infartuato in arresto cardiaco

0






Alle 16 circa di mercoledi 22 agosto il SAUT di Positano è stato allertato per un arresto cardiaco a Praiano.  Il team   (formato dal dottore Luigi Petti , l’infermiere Antonio Aulito , l’autista CRI  Damiano Grandini e la soccorritrice CRI Simona  Agosti) partito immediatamente ,interveniva sul posto in pochi minuti e,constatata la perdita di coscienza per arresto cardiocircolatorio del signor Alfonso Miele,70 anni , iniziava la rianimazione cardiopolmonare  durante la quale sono state necessarie tre scariche per  defibrillare il turista di Avellino che stava in vacanza a Praiano. Il signor Miele stava a casa quando improvvisamente ha perso conoscenza : l’intervento tempestivo dei sanitari gli ha salvato la vita, ed una volta stabilizzati i parametri vitali il dottor Petti ha allertato l’elisoccorso.Tuttavia  l’elicottero,per motivi ancora non chiari,non ha potuto effettuare l’atterraggio a Praiano (nella spaziosissima piazza San Gennaro),bensì al porto di  Maiori,costringendo l’ambulanza positanese  a trasportare il povero signor Miele per 20 km di curve della costiera.Alla fine tutto si è risolto per il meglio ed il paziente è stato recuperato e trasportato al San Leonardo di Salerno dove gli è stata praticata un’angioplastica d’urgenza.Ma intanto,questa enorme perdita di tempo per il trasporto a Maiori sguarniva il territorio di Positano-Praiano della sua unica ambulanza per l’emergenza,ed  una seconda chiamata di soccorso veniva fatta intorno alle 18,50 per una signora in gravidanza con forti dolori addominali . Per fortuna c’era di turno un secondo medico,il dott. Odierna ,che con la propria moto e coadiuvato dalla vice-ispettrice CRI Annunziata Fusco ,raggiungeva la suddetta signora per le prime cure del caso