Conca dei Marini parla il sindaco di Sarno Canfora che ha salvato i due ragazzi a mare

0

Conca dei Marini, Salerno. Costiera Amalfitana parla il sindaco che ha salvato i ragazzi Stavamo prendendo il sole: abbiamo sentito un rumore improvviso, simile a quello di una frana, e poi delle urla. Ci siamo girati e abbiamo visto che una terrazza era crollata e che due persone erano in mare”. Giuseppe Canfora, medico anestesista ed ex sindaco di Sarno (Sa), è stato tra i primi a soccorrere le vittime del crollo di Conca dei Marini. Senza il suo intervento, probabilmente i feriti più gravi non ce l’avrebbero fatta. Quando vi siete resi conto che la situazione era drammatica?
“Immediatamente. I feriti finiti in acqua, un ragazzo e una ragazza, erano privi di coscienza e sarebbero affogati se io ed altre tre persone non ci fossimo tuffati per aiutarli”.
Quali erano le loro condizioni?
“Piuttosto serie. Quando li abbiamo portati all’asciutto gli ho prestato le prime cure. La giovane è rimasta senza coscienza fino all’arrivo del 118. Il ragazzo si è ripreso ma aveva alcune fratture. Entrambi avevano bevuto parecchio”.
Cosa stava accadendo nel frattempo agli altri feriti?
“Sulla terrazza c’erano in tutto otto persone. Gli altri sei, dei quali almeno uno era abbastanza grave, per diversi minuti sono rimasti aggrappati alle rocce in attesa dei soccorsi”.
Non deve essere stato semplice salvarli.
“I soccorritori hanno fatto un grande lavoro. I due ragazzi finiti in acqua sono stati portati in salvo in gommone. Per prendere gli altri è stato necessario l’intervento dell’elicottero: tre sono stati imbragati e sollevati con il verricello”.
“Dopo il crollo della terrazza i due feriti più gravi hanno fatto un gran volo, credo di una ventina di metri. Spero davvero che tutto si risolva per il meglio”.