TURCO: FERMIAMO ABUSO ALCOOL TRA GIOVANI

0

ROMA – “Fermiamo l’abuso di alcol fra i nostri giovani”. L’appello è del ministro della Salute Livia Turco, in occasione dell’avvio di una campagna promossa dal ministero che utilizza come testimonial alcuni campioni del calcio. “Recenti statistiche ci mostrano un pericoloso incremento dell’abitudine al bere per ubriacarsi, soprattutto tra i giovani – spiega Turco – in quest’ambito si inserisce la campagna contro l’abuso di alcol che prende il via in questi giorni estivi, quando diventa ancora più stretto il legame abuso di alcol-incidente stradale”. La campagna vedrà l’utilizzo di uno spot radiofonico che avrà come protagonisti i calciatori Gianluigi Buffon, Fabio Cannavaro, Alessandro Del Piero, Francesco Totti e l’allenatore Marcello Lippi. “Abbiamo voluto farci aiutare da chi per i giovani rappresenta un vero e forte richiamo e un esempio di vita attiva ma sana. Li ringrazio sinceramente per il loro apporto”.

“Se nel 1999 la percentuale dei giovani italiani che si ubriacavano almeno tre volte in un mese era del 3%, nel 2003 risultava del 7% – continua il ministro – Soprattutto tra i giovani, quando l’abuso di alcol è associato alla guida diventa una vera e propria emergenza nazionale. L’elevata e crescente mortalità giovanile per incidente stradale si stima correlata ad abuso di alcol per più del 40% dei casi e rappresenta la causa di più del 46% del totale dei morti di età compresa tra 15 e 24 anni”. Lo spot, di 30 secondi, verrà trasmesso dalle principali emittenti radio commerciali da oggi al sei settembre. Nel testo si sottolinea l’importanza di non bere se si guida e ‘gioca’ con il ruolo dei calciatori nelle partite di pallone, sottolineando che si può ubriacare l’avversario con una finta, un dribbling, ma il calcio è un gioco mentre se si deve guidare non bisogna farsi ubriacare dall’ebbrezza del momento. Il claim finale dello spot recita:”Non giocare con la vita, se guidi non bere”.


WWW.ANSA.IT


                               MICHELE DE LUCIA