Qualità e concretezza: è una bella Inter

0

NAPOLI – Un assaggio del prossimo campionato, un importante test per valutare le potenzialità di due grandi del calcio italiano pronte a tornare protagoniste in serie A, uno spettacolare appuntamento fisso dell’estate. Il Trofeo Birra Moretti era tutto questo, ma era soprattutto l’occasione per assistere alla prima sfida tra Inter e Juventus dopo Calciopoli. Le due squadre, forse per non rischiare brutte figure, hanno preferito scendere in campo con molti rincalzi e rimandare lo scontro vero e proprio. Il match alla fine è andato all’Inter, che si è aggiudicata anche il triangolare e che ha impressionato per sicurezza e compattezza.

Ritmi brasiliani, coreografie, musica con Lucio Dalla sul palcoscenico impegnato in un paio di canzoni che hanno trascinato lo stadio tra una partita e l’altra. La serata al San Paolo è iniziata con spettacolo sul rettangolo di gioco e anche sugli spalti, dove era presente un pubblico delle grandi occasioni. Tanto entusiasmo per i padroni di casa del Napoli, che schieravano i nuovi acquisti Gargano, Hamsik e Lavezzi, ma anche per i bianconeri e per i campioni d’Italia.





Le impressioni: l’Inter è più avanti di tutti, con Ibrahimovic e Suazo già a livelli notevoli di intesa e un Adriano che ha dato segnali di ripresa. Bene anche Stankovic. Juve con qualche luce (Del Piero, Almiron) e qualche ritardo (Boumsong, Trezeguet). Napoli con lacune da colmare in diversi reparti.

Napoli-Juve, decide Del Piero
Basta un bel sinistro da fuori area di Alex Del Piero alla Juve per superare il Napoli. Partono bene gli uomini di Ranieri, che dopo un minuto impensieriscono Iezzo con una bella girata di Pinturicchio deviata in angolo. Il Napoli punge con Domizzi su punizione e con un tiro da fuori di Dalla Bona, ma è la Juve a girare meglio. Il reparto più in forma dei bianconeri è senza dubbio il centrocampo, con Almiron e Nocerino già in buona condizione. Al 15′ è Lavezzi ad avere la prima vera palla gol ma l’argentino manca il colpo di testa su un cross dalla sinistra. Al 5′ del secondo minitempo arriva il gol di Del Piero, che sorprende Iezzo con un sinistro da circa 20 metri. Il Napoli prova a pareggiare i conti ma la truppa di Reja ci mette più volontà che razionalità. Al 14′ arriva l’occasione più ghiotta per i partenopei: Lavezzi fugge via in contropiede e mette al centro per l’accorrente Calaiò, che però cicca il pallone. Ultimo brivido al 22′, con un potente tiro di Trezeguet, ribattuto da Iezzo, su cui Iaquinta non riesce a intervenire.

NAPOLI-JUVE 0-1

Rete: 5′ st Del Piero
NAPOLI (3-5-2):
Iezzo; Maldonado, Cannavaro, Domizzi; Garics, Hamsik, Gargano, Dalla Bona, Savini; Lavezzi, Calaiò
Allenatore: Reja
JUVENTUS (4-3-3): Belardi; Birindelli, Andrade, Criscito, Molinaro; Almiron, Tiago, Nocerino; Iaquinta, Trezeguet, Del Piero
Allenatore: Ranieri
Arbitro: Stefanini di Prato
Ammoniti: Criscito, Tiago e Maldonado

Stankovic-Suazo e il Napoli va ko
E’ un’Inter in gran spolvero quella che si presenta al San Paolo nella sfida contro il Napoli. In apertura di match ci prova subito Figo e il suo tiro finisce di poco al lato. Risponde al 6′ Sosa di testa, con palla fuori di un niente. Il Napoli sembra più in palla rispetto al match con la Juve, anche se al 9′ un tiro-cross di Ibrahimovic va a sbattere sulla traversa. Gli uomini di Mancini danno invece la sensazione di poter essere sempre pericolosi con lo svedese e Suazo. Al 17′ l’honduregno è in agguato in area ma un intervento prodigioso di Domizzi evita il peggio. Sul finale è lo stesso Domizzi ad andare vicino alla rete, spizzicando una punizione dalla destra. All’inizio del secondo minitempo l’Inter va vicinissima al vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Vieira, solo, calcia clamorosamente alto a mezzo metro dalla porta. Poi, in due minuti, al 10′ e all’11’ della ripresa, i nerazzurri chiudono il match con due tiri da fuori area di Stankovic e di Suazo. Sul 2-0, con la partita virtualmente chiusa, il ritmo si abbassa ma Ibrahimovic impegna ancora per due volte il portiere napoletano.

NAPOLI-INTER 0-2
Reti: 10′ st Stankovic, 11′ st Suazo
NAPOLI (3-5-2): Gianello; Cupi, Cannavaro, Domizzi (13′ st Capparella); Grava, Gatti, Montervino, Hamsik (7′ st Bucchi), Rullo; Sosa, De Zerbi
Allenatore: Reja
INTER (4-4-2): Cesar; Rivas, Materazzi, Maxwell, Chivu; Stankovic, Dacourt, Vieira, Figo; Suazo, Ibrahimovic
Allenatore: Mancini
Arbitro: Giannoccaro di Lecce

Cesar-gol regala la vittoria all’Inter
La sfida più attesa inizia con formazioni ampiamente rimaneggiate e molti grandi nomi in panchina. L’Inter parte subito forte, grazie anche ad un pizzico di fortuna. Al 2′ una serie di rimpalli libera Cesar, che davanti a Belardi non sbaglia: 1-0. Al 7′ è invce Jimenez a scaldare le mani all’estremo difensore bianconero con un destro dai 20 metri. La reazione della Juve arriva al 14′ con un gran tiro di Zalayeta deviato sul palo da Toldo. All’8′ della ripresa ci prova Almiron con una botta dalla distanza, ma il portiere interista è pronto a respingere. Al 16′ si vede anche Adriano, che scarica il sinistro impegnando Belardi. Nei minuti finali la Juve prova a pareggiare ma senza successo: il Trofeo Moretti è dei nerazzurri.

JUVENTUS-INTER 0-1

Rete: 2′ pt Cesar.
JUVENTUS (4-4-2): Belardi; Zebina (9′ pt Birindelli), Boumsong, Andrade, Molinaro; Salihamidzic, Almiron, Zanetti, Nocerino (3′ st Olivera); Palladino, Zalayeta
Allenatore: Ranieri
INTER (4-4-2): Toldo; Fatic, Desenclos (11′ st Filippini), Rivas, Cesar; Bolzoni, Filkor (19′ st Filkor), Solari, Jimenez; Adriano, Cruz
Allenatore: Mancini
ARBITRO: Rocchi di Firenze
Ammoniti: Andrade, Nocerino e Solari


                                MICHELE DE LUCIA

Lascia una risposta