Il Milan vince la supercoppa Europea dedicata a Puerta

0

 In silenzio il Milan si aggiudica una partita che secondo molti non si sarebbe dovuta giocare.


Montecarlo – 31 Agosto 2007, il Milan si aggiudica la sua V Supercoppa Europea portandosi in testa alla classifica con il Boca Junirs con 17 trofei internazionali. Questa sera si è giocata la partita per ricordare Antonio Puerta, il 22enne giocatore del Siviglia che è scomparso pochi giorni fa dopo tre arresti cardiaci. Il Siviglia avrebbe voluto vincere questa coppa per poterla dedicare ad Antonio, ma sfidare i campioni d’Europa del Milan è stato molto dificile. I giocatori andalusi si sono accontentati di un goal dedicato al loro compagno e della dedica fatta da Ancelotti “Questa coppa la dedichiamo a Puerta”. Sugli spalti dello stadio monegasco il giocatore sivigliano è stato ricordato per tutto il match da entrambe le tifoserie. La gara è stata emozionante sin dai primi minuti, quando Kakà ruba un pallone a Inzaghi e centra il palo. Dopo questa prima palla-goal rossonera, il Milan cala letamente, lasciado la platea alla squadra Andalusa che arriva al goal al 15′ con il brasiliano Renato, la dedica è per Puerta, tutti i giocatori Sivigliani si stringono in cerchio e alzano le mani al cielo. I successivi 15′ sono tutti sivigliani, il Milan riesce a far poco, e quel poco che fa viene sprecato a pochi metri dall’area di rigore. Dal 32′ si rivede il Milan, che ci prova due volte con Ambrosini, però Poulsen in gran giornata evita il peggio. La seconda frazione di gioco parte con il MIlan in attacco che cerca il goal del pareggio, che arriva al 10′ con il solito Pippo Inzaghi servito da Gattuso. Così il numero 9 rossonero centra l’ennesima rete europea, la prima in supercoppa. Il Siviglia così cerca di rispondere al goal rossonero, ma al 17′ il Milan decide di dare la svolta alla serata, Pirlo tenta un lancio millimentrico sulla sinistra per Jankulovsky che al volo trafigge Palop. Dal 20′ cominciano le sostituzioni, l’allenatore andaluso, J. Ramos cerca di dare una dritta alla gara inserendo una punta Kerzakov al posto di capitan Matri. Al 28′ anche Ancelotti effettua il primo cambio, mandando in campo il neo rossonero Emerson per un ottimo Gattuso che precauzionalmente abbandona il capo per un infortunio. Al 41′ Kakà capisce che è arrivato il momento di mettere la parola fine alla serata, così tenta un incursione in area. Il giocatore brasiliano viene messo giù da Dragutinovic, così il signor Plautz senza dubbi decreta il calcio di rigore. Dal dischetto và lo stesso Kakà che vede pararsi il goal della vittoria che arriverà pochi secondi dopo grazie alla ribattuta del portiere che carambola sulla testa del miglior attaccante della Champions League 2006/07. Questo è il goal che chiude la gara, ma Kakà subito festeggia dedicando il goal alla memoria di Puerta indicando il nome del giocatore sivigliano scritto sulla sua maglia. Al 44′ Seedorf viene rilevato da Brocchi, il centrocampista olandese prima dell’uscita dal campo si toglie la maglia e anche lui mostra il nome di Puerta. Dal 45 ‘ al 50′ il Siviglia tenta il tutto per tutto, ma 5’ sono pochi per poter segnare due goal. Così il Milan vince la sua V Supercopa Europea giocando una seconda frazione di gioco molto più spettacolare e attenta della prima. A fine gara Enzo Maresca ringrazia i giocatori e i tifosi rossoneri per il loro supporto in questa giornata delicata, in più ringrazia il Milan AC per aver parteciapato al loro dolore. Il presidente rossonerò a fine gara è soddisfatto della prestazione dei suoi uomini perchè il Milan ora è la squadra con più trofei internazionali al mondo.


Umberto Gallucci


Fonte foto: www.gazzetta.it