Costiera Amalfitana, a Vietri la protesta dei bagnanti contro la barriera di canne

0

Vietri, la protesta dei bagnanti: « Togliete quella barriera di canne »

VIETRI SUL MARE — Una civile protesta è in corso allo stabilimento balneare « California » di Vietri. Molti clienti protestano contro le recinzioni di canne comparse improvvisamente quest’anno che, riducendo i rettangoli di spiaggia in recinti chiusi, permettono ai bagnanti solo di raggiungere il bagnasciuga.
Tutto è partito da una telefonata dell’inviato de L’Unità Bruno Gravagnuolo e di altri suoi amici al sindaco Alfonso Giannella nella quale denunciavano l’inaspettata presenza di una recinzione di canne sistemate lungo la spiaggia del California.
In particolare i vecchi e appassionati frequentatori di quel lembo di sabbia frequentata, da anni, da Nanni Moretti e da altri intellettuali lamentano oggi la presenza di sbarramenti che, nei fatti, impediscono la vista del panorama di Salerno e di Punta Licosa. « Ho informato il sindaco spiega Gravagnuolo che la recinzione di quest’anno fa assomigliare la spiaggia ad un puro terrapieno. In tal modo si è cancellato la tradizionale veduta del golfo di Salerno facendo perdere ogni fascino e pregio turistico a Vietri » . La segnalazione ha trovato la pronta disponibilità del sindaco che si è detto disposto a mettere ordine su tutto il litorale nel rispetto delle regole. Agli impegni verbali sono seguiti i fatti: la settimana scorsa il sindaco ha inviato una squadra di tecnici comunali sulla spiaggia per verificare lo stato dei fatti, mentre si è impegnato con Gravagnuolo a fare una visita insieme a Marina di Vietri. Ma un interrogativo diventa pressante: perché sono comparse, quest’anno, per la prima volta le barriere di canne? Pippo Tortora gestore del California lo spiega così: « Tra il mio stabilimento e il Risorgimento esiste un corridoio di spiaggia libera, pieno di barche e oggetti abbandonati che rappresentano uno spettacolo di vero degrado.
Personalmente da domani sono disposto a rimuovere la barriera che delimita la spiaggia del California » . Tuttavia la civile protesta ha colto solo parzialmente nel segno: in altri lidi sono stati costruiti recinti con tavole di legno che impediscono ai cittadini di vedere perfino il mare. Ugo Di Pace (corriere del mezzogiorno)