Costiera Amalfitana, parcheggio quanto mi costi….

0

Costiera Amalfitana = Posteggiare l’ automobile è, oramai, diventato un lusso. In quasi tutti i paesi della Costiera le tariffe applicate raggiungono cifre consistenti. In media cinque ore di sosta possano andare da un minimo di 4,50 euro ad un massimo di 25. In ogni cittadina, comunque, c’è la differenza tra residenti e non residenti. Ma lo “status” privilegiato  non è esteso a tutti i cittadini della Divina. Così, anche chi abita stabilmente sul comprensorio amalfitano, per recarsi nei vari uffici dislocati in zona, è costretto a “svenarsi”. Alla faccia dei discorsi e delle belle parole dei politici e degli amministratori, che sbandierano ai quattro venti il progetto di una Costiera considerata come un “unicum”. Le intenzioni, però, non sono seguite dai fatti e, così, non solo durante il periodo estivo ma anche tutto l’anno, chi è costretto a recarsi ad Amalfi dove, oltre  al locale Distretto dell’Asl, al Tribunale, vi hanno sede quasi tutti gli uffici comprensoriali, deve, gioco forza, mettere mano al portafoglio. Diverso, invece, è il discorso che può essere fatto per i vacanzieri. Alcune amministrazioni favoriscono le presenze stanziali e hanno dichiarato “guerra” al turismo dei pendolari. Una scelta “politica” che può essere compresa anche con la carenza di posti auto. E, quindi, si tenta di regolamentare gli afflussi e, allo stesso tempo, di rimpinguare le casse comunali. Ecco in dettaglio le tariffe applicate nei paesi lungo la costa.


Vietri sul Mare. E’ uno dei centri della Costiera dove si spende “meno”. Giù alla marina parcheggiare costa “solo” 1,50 euro all’ora durante la settimana e 2 euro il sabato e la domenica.


Cetara. Nel paese delle “cianciole” fermarsi per fare un bagno oppure per prendere un gelato, negli spazi pubblici, viene a costare 3 euro l’ora.


Maiori. Posteggiare sul lungomare, nel corso dei giorni festivi e prefestivi,  costa 3 euro.


Minori. Dal primo giugno dal parcometro è possibile ritirare il ticket che per un’ora richiede 3 euro.


Atrani. Nel comune più piccolo d’Italia per estensione la sosta, dal primo giugno, costa 2,50 euro l’ora.


Amalfi. Fermare l’auto nei parcheggi comunali a pagamento, comporta il pagamento di tre euro l’ora e per la prima è necessario inserire nei parcometri l’intera tariffa. Così chi deve sostare solo per pochi minuti è costretto spendere l’intera cifra. Pure per entrare con auto e scooter nel centro storico, inoltre, c’è bisogno di pagare un ticket d’ingresso di tre euro.


Ravello. Nel parcheggio sotto piazza Duomo la tariffa è di 2,50 euro l’ora, per le prime quatto ore, e 1,00 euro per le ore successive, con pagamento posticipato. Si può acquistare un ticket giornaliero, presso le strutture alberghiere, al costo di 15 euro per chi soggiorna a Ravello. E’ possibile, ma non consigliato, fermare l’auto pure nelle zone a traffico limitato, perché in questo caso si arriva a pagare anche 5 euro all’ora.


Furore. Giù alla Praia, la caratteristica insenatura che è per tre quarti nel comune di Furore, parcheggiare richiede la cifra di 2,50 euro l’ora.


Praiano. La tariffa è di 2 euro l’ora ma, per chi sosta per un minimo sei ore, è di un euro l’ora.


Positano. Nella “perla” della Costiera il parcheggio negli spazi comunali viene a costare 3 euro ogni ora.


 


Gaetano de Stefano