Positano, intervista esclusiva a Franco Zeffirelli

0

Il regista Franco Zeffirelli, intervistato telefonicamente mentre si trovava nella sua casa a Roma, si dimostra adirato per la vicenda che lo vede sotto accusa per truffa e falso ideologico insieme ad altri sette indagati per l’acquisto della parte del demanio marittimo della discesa a mare della residenza “Le Tre ville” ad Arienzo a Positano.


“E’ ‘ uno scherzo e una barzelletta,  è talmente ridicolo che neanche voglio parlare.”  Franco Zeffirelli, nella sua casa a Roma, è su tutte le furie. “E’ tutta colpa di un privato che vuole farsi la discesa al mare ed è riuscito a smuovere mari e monti, tutto questo è talmente ridicolo, ma è la Positano di oggi.”

Le accuse sono gravi, falso ideologico, truffa..

“Io non sono neanche il proprietario di quelle ville, la proprietà è di una società. Manco da almeno un paio d’anni perchè non posso piu muovermi ed perché  è un capitolo finito per me, è  finito il gioco perchè i positanesi sono poco affidabili, per un pezzo di terreno che era demanio e fu acquistato regolarmente, basta l’interesse di uno per far succedere tutto questo.”

Ma si tratta di un demanio pubblico

“No quel che so è che fu comprato,  1500 quadri, questi hanno perso la testa! La proprieta ha deciso di acquisirla per evitare che gente entrasse nella villa, dal momento che si vende il demanio in tutta Italia, lo abbiamo fatto anche noi, un’operazione prevista dalla legge che  ha scatenato il vicino che voleva scendere a mare.”

Le ville sono state sottoposte a più processi con contestazioni di abusi edilizi alcuni sul demanio marittimo che si voleva comprare

“Le ville non centrano nulla, le ville sono a posto e io non sono mai stato condannato da nessun tribunale. Le ville di Positano sono una bellezza straordinaria, io ho portato dei miglioramenti che ne hanno fatto una bellezza unica, mi augurerei che si facesse anche in futuro.”

L’acquisto della villa sfumato Berlusconi, si stava affacciando Giovanni Russo, già proprietario dell’isola de I Galli..

“E’ un uomo molto qualificato per questo tipo di operazione che richiedono cultura attenzione e dedizione, non tutti possono fare le cose che ha fatto all’isola dei Galli,  se fosse lui darebbe tutte le garanzie possibili.”

Sempre ad Arienzo però un’altra villa quella del Mulino ha visto i nuovi proprietari contestati per aver distrutto un bosco..

“I signori di Positano che sorvegliassero un pò meglio il loro territorio, il Mulino ‘Arienzo grondava storia dovevano guardarla con attenzione e darla in mani degne, quello è uno scandalo! I signori di Positano stiano zitti perchè sono colpevoli tutti…”

Positano le lascia solo amarezze?

 “Vi ho trascorso trentacinque anni. Alla mia eta non posso farmi colpire dalle amarezze, ma questa storia è di una bassezza di levatura morale che non può essere degna di un paese che vorrebbe essere di alto livello turistico come Positano.”

 Michele Cinque