Positano, trecento scienziati contro il cancro

0

Tumori, ecco le terapie del futuro



A Positano oltre trecento scienziati si confronteranno da lunedì sulle più recenti scoperte contro il cancro

GIUSEPPE DEL BELLO


Dallo studio dell’ infinitesimale alle terapie più avanzate. Per colpire il bersaglio e, contemporaneamente, salvaguardare le cellule sane. Grazie alla genetica e alla biologia molecolare, l’ oncologia moderna sta segnando un notevole progresso sia in campo diagnostico che terapeutico. A Positano, proprio per confrontarsi sulle più recenti acquisizioni della ricerca di base nei tumori, oltre 300 scienziati provenienti dall’ Italia e dall’ estero, si riuniranno all’ hotel Le Agavi da lunedì (cerimonia inaugurale alle 15,45) a giovedì per il settimo congresso internazionale di Oncologia molecolare. Patrocinato dalla Società italiana di cancerologia e presieduto dal professor Alfredo Fusco, docente alla Federico II e direttore del centro di Oncogenomica (Naples oncogenomic center, distaccato al Ceinge) con la collaborazione dei colleghi Giancarlo Vecchio ed Enrico Avvedimento, il meeting è articolato in otto sessioni dedicate alle più recenti acquisizioni di laboratorio e alla possibilità di applicazioni in campo clinico. Cioè, tutto quel che occorre per una corretta pratica quotidiana a favore dei pazienti. Si parte con la relazione di Stefano Piccolo (Padova) sullo sviluppo delle cellule staminali tumorali a cui parteciperà il napoletano Antonio Simeone. Si tratta di ricerche particolarmente promettenti grazie agli studi che già ora dimostrano l’ esistenza di cellule (denominate totipotenti) da cui hanno origine numerosi tipi di tumore. Martedì invece si discuterà di “genetica e cancro” e la scoperta del microRna nello sviluppo dei tumori. «Negli ultimi anni», osserva Fusco, «l’ individuazione dei meccanismi molecolari ci ha permesso di conoscere quali geni risultano alterati nelle neoplasie. E questo si tradurrà in nuovi mezzi diagnostici, ma anche nella possibilità di bloccare con farmaci specifici la proteina difettosa». Il ricercatore sottolinea l’ importanza della cosiddetta terapia intelligente: «Sarebbe meglio definirla mirata, per la caratteristica principale che la differenzia dalla chemioterapia tradizionale. Mentre, infatti, quest’ ultima nell’ intento di distruggere le cellule tumorali sacrifica anche quelle sane, un protocollo terapeutico mirato riesce ad annientare esclusivamente le cellule che portano la proteina alterata». Carlo Maria Croce, scienziato italo-americano che lavora a Columbus all’ Ohio State University (Usa) riferirà sui nuovi regolatori della sintesi proteica, quei microRnas, alterati nelle cellule cancerogene e possibili bersaglio delle nuove terapie, in particolare nella leucemia cronica. Durante la stessa sessione, Fusco terrà una relazione sul nuovo gene CBX7 (scoperto dalla scuola napoletana), la cui assenza in alcuni tumori rappresenterebbe un fattore prognostico negativo. «è fondamentale soprattutto nei tumori del colon e della tiroide», spiega il docente, «perché la sopravvivenza dei pazienti che hanno perduto l’ espressione di questo gene, risulta inferiore. Il CBX7 fa parte dei cosiddetti geni Polycomb». Napoli per quattro giorni capitale della ricerca molecolare: non è un caso, l’ unico oncogene scoperto (RET/PTC) in Italia fu isolato qui vent’ anni fa dai tumori papillari della tiroide. – B O X – parigi è iniziato ieri e si conclude domenica a Versailles (Parigi), “Neuroendoscopy 2007”, congresso mondiale di Neuroendoscopia, presieduto da Paolo Cappabianca, docente della Federico II e dal francese Philippe Decq, dell’ hopital Henri Mondor di Parigi. Si ritroveranno i maggiori esperti, per confrontarsi sulle più moderne tecniche di trattamento chirurgico delle neoplasie cerebrali, dell’ idrocefalo e della patologia dell’ ernia discale, con tecnica endoscopica mininvasiva. benevento Domani ricorrono i novant’ anni dalla morte di Gaetano Rummo. Una cerimonia commemorativa si terrà nell’ azienda ospedaliera di Benevento intitolata all’ illustre clinico. Alle 11, il colonnello Luigi Sementa donerà due nuove bandiere: il tricolore e quella europea. A seguire, il manager Rosario Lanzetta, terrà un discorso commemorativo. STAZIONE CENTRALE A Napoli uno stand sulla prevenzione per combattere l’ insufficienza venosa agli arti inferiori. Visite gratuite da lunedì al 27 maggio nella stazione centrale. Arzano Il convegno “Il volontariato per la salute tra diritti e limiti” si terrà lunedì, dalle 10 in poi, al teatro Le Maschere di Arzano. Organizzato dalla sezione campana della Lilt, sarà moderato dall’ epidemiologo del Pascale Maurizio Montella. secondo ateneo Morte da farmaci, tossicità del medicinale, abuso e autoprescrizione: il settore farmaceutico dell’ assessorato alla Sanità e il centro di Farmacovigilanza diretto dal professor Francesco Rossi danno via lunedì al corso “Sperimentazione clinica dei farmaci, ruolo dei comitati etici e reazioni avverse ai farmaci”. giugliano All’ interno di un camper attrezzato, sabato in piazza Annunziata a Giugliano, dalle 9,30 alle 16,30 i cittadini potranno sottoporsi a visite e indagini specifiche effettuate dagli specialisti Giuliano De Cicco e Francesco Iadevaia del reparto di cardiologia dell’ ospedale San Giuliano, per identificare precocemente i fattori di rischio di gravi eventi cardiovascolari quali l’ ictus e la cardiopatia ischemica.

 

Da Repubblica