Amalfi, i commercianti: « Non toglieteci i bus »

0

Amalfi, i commercianti: « Non toglieteci i bus »


La Cidec: « Pronti a bloccare le vie del mare »
AMALFI — I commercianti di Amalfi sono sul piede di guerra contro la paventata chiusura ai bus turistici della Costiera. Il delegato della Cidec Franco Florio annuncia azioni durissime: « Siamo pronti a bloccare le vie del mare: vietare l’accesso dei pullman turistici in Costiera significherebbe distruggere il commercio e penalizzare gli operatori che faticosamente lavorano per valorizzare un settore già in crisi. Addossare le colpe della paralisi del traffico lungo la Statale Amalfitana 163 agli autobus turistici è paradossale prosegue Florio piuttosto, sindaci e amministratori dovrebbero assumersi le proprie responsabilità perché non sono mai riusciti a risolvere realmente il problema e la chiusura al traffico dei giorni scorsi, decisa dai sindaci senza neanche consultare i commercianti, si è rivelata alla fine un vero e proprio flop » .
Immediata la replica del sindaco di Amalfi, Antonio De Luca: « Florio ha capito fischi per fiaschi, nessuno di noi vuole il divieto assoluto agli autobus turistici, tutti i sindaci della Costiera, salvo Maiori, hanno chiesto invece che per per il 2008 si limitasse l’accesso a quelli superiori ai nove metri » .
Una pausa e poi, immediata, una riflessione ad alta voce: « Amalfi deve fare una scelta turistica che sia consona alla qualità della vita: per la sicurezza e la vivibilità della Costiera non possiamo tollerare questi enormi torpedoni che bloccano per ore la statale » . Ma Florio insiste: « Le scelte si devono concordare con gli operatori , ci sono pro getti per l’allargamento della Statale e l’installazione dei semafori che possono risolvere il problema. Non dimentichiamoci che qui il primo maggio è stato un flop per la nostra economia » .
Mentre è confermata per lunedì 21 maggio a Positano la protesta contro gli autobus turistici organizzata dai sindaci di Positano, Praiano ed Amalfi, interviene nella querelle Carlo Cinque, albergatore a Positano: « Sugli autobus non penso proprio che ci sia da discutere, la soluzione c’è, senza aspettare anni perché si allarghino strade o installi no semafori: limitare l’accesso ai torpedoni superiori ai nove metri. I tour operator sono stati avvisati in tempo per cambiare il loro parco macchine, non possiamo morire di traffico » .
Multe a raffica, infine, nello scorso fine settimana, sulla costiera: i militari dell’aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Salerno e della stazione di Vietri sul Mare hanno eseguito numerosi controlli con autovelox finalizzati a contrastare le violazioni al codice della strada.


Michele Cinque
Corriere del Mezzogiorno