AUGURI A POSITANONEWS E AL DIRETTORE

0

Questa mattina, giorno del compleanno del direttore Michele Cinque, Positanonews ha raggiunto la prima pagina di Google. Sembra poco giornalistico farsi gli auguri, e lo è, ma crediamo che i nostri lettori ci perdoneranno il nostro essere poco ortodossi, il nostro dialogo diretto con il lettore, cosa che ha fatto di Positanonews un vero e proprio “local social network”, che ci ha portato ad essere la prima testata della Costiera Amalfitana superando negli ultimi mesi più di due milioni di siti. Secondo Alexa.com Positanonews ha superato due milioni di siti in pochi mesi, gli ultimi, e ora abbiamo raggiunto la prima pagina di google, senza sponsorizzazione, pur essendo un sito giovane, pur non essendo istituzionali, pur non avendo nessuna società o tecnico che ci faccia salire nelle classifiche, ci sono due “artigiani” Antonino D’Urso, che ha cominciato quasi per gioco questa avventura avendo l’idea di un software semplice, e Michele Cinque, il direttore, giornalista da sempre, che ha dedicato l’anima al suo paese e alla Costiera  da quando è nato, poi un gioco di squadra straordinario, i nostri lettori, che pur ci hanno causato guai in passato con gli anonimati, ma li vogliamo bene tutti, e i corrispondenti di una testata che è la testata della Costiera Amalfitana. Grazie a tutti perchè, come ha detto un amico imprenditore, Positanonews siete voi. Positanonews sei tu! Tu lettore.. Tu che, se vuoi, puoi scrivere e dirci a noi e al paese, al mondo intero, perchè la rete è il mondo intero, quel che vuoi. Ognuno che legge ci da il segno di cosa interessa e cosa no, ogni commento, che esiste vita e voglia di dire in Costiera. Grazie a Positano, grazie a Ravello, che è il paese che ci ha adottato e avremo l’onore di dirigere il Ravellotime, la straordinaria iniziativa dell’Azienda di Soggiorno e Turismo che permette di dare informazione al turista, che è il primo segno di rispetto verso l’ospite che arriva in una località internazionale e grazie a tutta la Costiera Amalfitana, ma anche alla Sorrentina e agli amici all’estero che si seguono con affetto.