ANZIANI CONIUGI UCCISI A COLPI D´ASCIA IN CALABRIA

0

MENDICINO (COSENZA) – Due anziani coniugi, Ennio Greco, di 74 anni, e Maria Reda, 72 anni, sono stati uccisi a colpi d’ascia nella loro abitazione a Mendicino, nel cosentino. I due anziani sono stati colpiti mentre erano a letto nella loro abitazione, nel centro storico di Mendicino.

La scoperta del duplice omicidio e’ stata fatta dai figli delle vittime. Da alcuni giorni i due anziani avevano smesso di contattare telefonicamente, come facevano abitualmente, i loro familiari. I figli, insospettiti dal silenzio dei genitori, si sono recati ieri sera a Mendicino e hanno scoperto il delitto. Sulla testa della donna, a quanto si e’ appreso, e’ stata trovata l’ascia utilizzata per il duplice assassinio. L’omicidio dei due coniugi, secondo i primi accertamenti del medico legale, risalirebbe a diverse ore prima della scoperta. Le vittime erano accudite da una badante romena. Gli inquirenti stanno effettuando numerosi controlli e interrogatori per accertare se i due coniugi frequentassero qualcuno. Nella casa sono stati compiuti accertamenti anche per verificare se siano scomparsi oggetti oppure denaro. L’ipotesi investigativa piu’ accreditata pare essere quella che i due coniugi sono stati uccisi mentre stavano dormendo.


CARABINIERI, NESSUN INDIZIO SU BADANTE

Non c’e’, al momento, alcun indizio a carico della badante romena che accudiva i due coniugi. E’ quanto hanno riferito i carabinieri della Compagnia di Cosenza. La donna, rintracciata la scorsa notte, e’ stata sentita dai carabinieri, ai quali ha fornito la sua versione dei fatti dalla quale non sarebbero emersi elementi che possano portare a concentrare su di lei i sospetti sul duplice omicidio. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Cosenza, Giuseppe Visconti.

Le indagini dei carabinieri sono orientate in tutte le direzioni. I militari hanno sentito per tutta la notte parenti e vicini di casa della coppia di coniugi. Gli elementi acquisiti alle indagini sono molti ma, al momento, non ci sarebbe un’ipotesi investigativa che presenti elementi di concretezza e fondatezza tali da prevalere su qualsiasi altra.












ASSOCIATE
Rignano: indagati restano in carcere
Scoppio in palazzina nel Varesotto, due ustionati gravi
Imprenditore ferito da colpi pistola a Milano


WWW.ANSA.IT


                                                 Michele De Lucia

Lascia una risposta