Roma. Scene e scenografie della fotografa Alessandra Pedonesi.

0


Domenica 22 Aprile 2007 sarà inagurata al Circolo degli Artisti  la mostra fotografica di Alessandra Pedonesi, intitolata “Scene e Scenografie”.


La mostra curata da Fabrizio Boggiano è inserita nel circuito di FotoGrafia – Festival Internazionale di Roma, dal 22 al 29 Aprile 2007.


Il percorso fotografico dell’autrice è caratterizzato da un sottile  reportage sulla ritualità e sulla spettacolarità  di eventi  contemporanei di massa da cui emerge una “messa in scena” della realtà, che fa immaginare “altro” in una relativa dimensione senza tempo.


La mostra presenta, attraverso una ricerca stilistica personale, che gioca abilmente con le ombre e i colori notturni di folle e figure in movimento, le immagini dei festeggiamenti in occasione della vittoria dei Mondiali di calcio 2006 a Roma.


 


Scrive Fabrizio Boggiano: “L’orizzonte si infiamma mentre indefinibili figure si agitano nella notte. Non c’è alcun luogo dove fuggire e, allora, troppo spesso ci si aggrega nell’assenza. Questa antologia contemporanea è riscontrabile in situazioni nelle quali la folla usa l’evento non più come partecipazione ma, piuttosto, come espressione di mal celate insoddisfazioni personali. Lo spettacolo si tramuta in battaglia, le curve in  gironi danteschi e l’ansia da vivere mostra il malessere di un’esistenza che la società disattende e illude quotidianamente. L’esaltazione travalica il piacere trasformando l’evento sportivo, e spesso non solo quello, in un’arena nella quale gladiatori compiacenti alternano l’azione fisica con quella teatrale.La solitudine si aggrega trasformandosi un un’esaltazione collettiva la quale, travalicando la realtà, ricerca nel caos un’introvabile coscienza di sé. Molti lanciano nel cielo il loro grido liberatorio, mentre alcuni liberano violentemente il proprio male di vivere riducendosi inconsapevolmente in marionette di una tragedia contemporanea. Ma lo spettacolo deve continuare e poco importa quello che può accadere.”


 


Ecco una breve scheda su Alessandra Pedonesi studia Fotografia all’Istituto Cine-Tv “R. Rossellini” e all’Istituto Europeo di Design di Roma con esperienze nel settore video. Cresciuta nell’ambiente artistico romano, dagli anni ’80 opera spesso in sinergia con altri artisti. E’ docente di Fotografia negli Istituti superiori. Tra i riconoscimenti: Premio ARTE96 Mondadori; IX Premio MassenzioArte 2005. Tra le ultime esposizioni: Sguardi ardui Complesso Monumentale di Santa Sofia Salerno, 2005; Scatti Galleria CD ART Parma, 2006; Ci vediamo alle 18 Galleria Il Narciso  Roma 2006; Scene e Scene con croce -Confini04 Palazzo Medici Riccardi Firenze – Fotoleggendo I.S.A. Roma 2006; Suoni e Visioni 3 rassegna di musica e fotografia degli ultimi 50 anni – Istituti Italiani di Cultura di Amburgo e Copenaghen, Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce  Genova, 2006 – Museo Arte Contemporanea di  San Marino 2007; Interrotti Transiti Loggia della Mercanzia Genova 2007; Scene e Scenografie – FotoGrafia Festival Internazionale  di Fotografia Circolo degli Artisti Roma 2007. Vive e lavora a Roma.


 


Alessandra Pedonesi merita attenzione critica. E’ tra le migliori fotografe italiane e guarda al sociale, al contemporaneo con i suoi riti e, soprattutto, all’arte, seguendo l’operatività degli artisti nei loro studi. Si ricordano delle bellissime e liriche foto di Ennio Calabria in momenti decisivi durante un’incisione. Quelle sue foto hanno permesso di cogliere gli umori, gli odori, i sudori del “fare incisione”, una maniera di operare artisticamente immutata nei secoli, fatta di segreti, di àlchimie personali, di amidature e acciaiature che nonostante tutto riesce a essere sempre fresca ed attuale.


 


Da vedere quest’ultima sua esposizione per l’alto valore estetico.


Maurizio Vitiello