UN BIELORUSSO VOLA PIU’ IN ALTO DEL “FALCO DI NOLA”

0

Ciclismo, Giro Costiera 2007:  Chaburka beffa Stefanile sul traguardo di Massa Lubrense


 


UN BIELORUSSO VOLA PIU’ IN ALTO DEL “FALCO DI NOLA”


 


Nello Pollio – MASSA LUBRENSE, Il 26enne ciclista bielorusso Anatoli Chaburka ha vinto ieri al fotofinish il settimo Giro della Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana, precedendo il “Falco di Nola” Carmine Stefanile, che aveva dominato buona parte della gara. Terzo a 17 secondi l’ucraino Kyrylo Prospyeyev. Chaburka ha percorso i 117 km dell’impegnativo tracciato in appena 3 ore e 7 minuti, alla notevole media di 37 chilometri orari.  


Ben 620 i partenti dal centro di Sant’Agata (677 gli iscritti): l’aria frizzantina e ancora umida per la pioggia delle ore precedenti, ha lasciato ben presto il posto al sole radioso. Dopo i primi chilometri ad andatura controllata, il gran premio della montagna di Agerola -vinto da Stefanile su Moschiano- selezionava i migliori dodici concorrenti, che in sostanza riuscivano a mantenere inalterato il proprio distacco nei confronti del gruppo che si andava frammentando. Moschiano tagliava per primo i traguardi volanti di Praiano e Positano. Poi in testa alla corsa si delinevano tre gruppetti: il duo dei battistrada Stefanile-Chaburka, quello degli immediati inseguitori animato da Armando Marzano ed un plotone più staccato, con Luigi Severino Balzano e Roberto Pepe pronti a dare battaglia. Il “Falco di Nola” s’imponeva sul Picco Sant’Angelo, ma proprio sotto l’arco del traguardo veniva preceduto dal bielorusso, che si aggiudicava così la tappa inaugurale del Circuito del Sole 2007, l’enorme coppa offerta dalla “Gital costruzioni” e il soggiorno di una settimana a Sorrento. Tra le donne si è imposta la pugliese Beatrice Calella, campionessa d’Italia Master, che correva per i colori della Autotrasporti Convertino: ha vinto il trofeo, un telaio “Viner” in carbonio oltre che un prosciutto. Il trofeo Città di Massa Lubrense per la società maggiormente rappresentata è stato invece assegnato al Team Granfondo Ciclidea Taggy. Ben 467 i concorrenti giunti al traguardo, particolarmente applauditi dai molti spettatori presenti, tra cui Palmiro Masciarelli. La classifica completa delle diverse categorie è pubblicata sul sito: www.winningtime.com


 


OR DINE D’ARRIVO dei primi dieci:


 


1.       CHABURKA Anatoli  (Aeronautica Militare G. S. 46ma Brigata Aerea) in 3 ore 7’24” 


2.    STEFANILE Carmine (Ciclosport Chalet 4 Pini) stesso tempo


3.       POSPYEYEV Kyrylo  (G.S. Farnese Vini Cicli Protek) a 17”


4.       LADDOMADA Michele (Soc. Autotrasporti Convertino) a 23”


5.    MOSCHIANO Giovanni (Viner Team) a 28”


6.    MARZANO Armando (Polisportiva Costiera Sorrentina) a 1’08”


7.       ANTONINI Arnoldo (Team Mg K Vis) a 1’09”


8.       MAROTTI Antonio (D’Aniello Vejus sport) a 1’55” 


9.       PAULIUKOVICH Aliaksandr (Aeronautica Militare G. S. 46ma Brigata Aerea) s.t.


GALLETTA Carmine (Ciclosport Chalet 4 Pini) a 2’31


 


ENTI PATROCINATORI E SOSTENITORI DEL GIRO COSTIERA 2007


 


Il 7° Giro della Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana, organizzato dalla Polisportiva Costiera Sorrentina in collaborazione con l’Unione Ciclistica Internazionale, l’Unione Italiana Sport per tutti e la Federazione Ciclistica Italiana, è stato patrocinato dall’assessorato all’ambiente della Regione Campania, dalle Province di Napoli e Salerno, dalla Comunità Montana dei Monti Lattari – Penisola Sorrentina, dall’Area Marina Protetta “Punta Campanella”, dall’assessorato al turismo del Comune di Massa Lubrense, dai comuni di Agerola e Praiano, con il sostegno di tutti gli altri centri attraversati dal percorso (Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta, Vico Equense, Castellammare di Stabia, Gragnano, Pimonte, Furore, Amalfi e Positano) e della Pro Loco di Massa Lubrense.


 


Come in tutte le precedenti edizioni del Giro, hanno contribuito, in maniera determinante, le istituzioni. Il perfetto stato di molte strade del percorso è stato assicurato, per le rispettive competenze, dall’A.N.A.S. e dalle Amministrazioni


Provinciali di Napoli e Salerno.


 


L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Massa Lubrense Diego Piroddi, ha abbassato simbolicamente la bandierina a scacchi in rappresentanza del sindaco Leone Gargiulo. L’assessore allo sport Sergio Fiorentino, alla cerimonia di premiazione, ha sottolineato la partecipazione superiore alle aspettative ad una manifestazione sportiva che promuove l’immagine del territorio costiero anche a livello internazionale. Prima della partenza il vice sindaco Lorenzo Balduccelli e l’assessore al corso pubblico Liberato Staiano hanno rivolto un saluto di benvenuto agli atleti auspicando il loro ritorno a Massa Lubrense anche come fruitori di un soggiorno in un luogo di particolare bellezza.


 


Direttore di organizzazione del Giro 2007 è stato il salernitano Giovanni Della Notte della Uisp nazionale, esperto del percorso, che ha potuto contare sulla collaborazione dei motociclisti della Motostaffette Potenza, addetti ai collegamenti radio in corsa ed ai supporti tecnici. In testa alla carovana, la Polizia Stradale ha effettuato un servizio di scorta. Le ambulanze della Misericordia di Agerola, della Protezione Civile “Millennium” e della Pubblica Assistenza di Sant’Agnello, con a bordo infermieri coordinati dal medico di gara dottor Raffaele Cioffi, hanno fornito assistenza sanitaria ai partecipanti. Giuria e direzione corsa hanno viaggiato su auto messe a disposizione dalle concessionarie “Dega Motor” e Fiat “FireCars”, mentre la “Winning Time” ha curato il servizio di cronometraggio.


 


Dopo la gara, nel villaggio-hospitality di Sant’Agata, dov’erano presenti gli stand espositivi con biciclette, gadget, integratori, abbigliamento ed altri prodotti per il ciclismo, si è svolto un pasta party con intrattenimento musicale curato da Giuseppe Locria che ha presentato la cerimonia di premiazione. Gli organizzatori, nel ringraziare gli sponsor, hanno elogiato la Polizia di Stato, i Carabinieri, i comandi di polizia municipale locale, i numerosi nuclei di protezione civile e le associazioni di volontariato di tutti i comuni interessati per l’impegno profuso nel servizio di controllo della viabilità sul circuito.


 


 


 


 


 


 

Lascia una risposta