BIG JIMNY

0

NORCIA – La Suzuki, casa giapponese leader nella produzione di fuoristrada, sostituisce la leggendaria Samurai (primo piccolo fuoristrada che ha avuto successo in Italia) con un altro fuoristrada compatto: il Jimny. Il “Suzukino” è equipaggiato con un 1300 benzina da 85 cv e un 1500 diesel DDIS da 86 cv, negli allestimenti JLX e JLX Plus, nelle varianti di carrozzeria Cabrio e Berlina. Questo fuoristrada ha una linea compatta, spigolosa e massiccia. Alto da terra ha un frontale accattivante e classico e un posteriore dove campeggia il grande portaruota di scorta. Salendo a bordo del piccolo veicolo giapponese ci si trova davanti a una vettura tutta sostanza, con pochi fronzoli di sorta e molto “sodo”: semplice consolle dove a parte i classici comandi clima e radio vi sono i pulsanti di inserimento della trazione elettronica, quadro strumenti lineare e ben leggibile, spazio anteriore abbondante, spazio posteriore un po’ ristretto. Ed ora il test drive. Il Jimny provato era il 1500 DDIS Berlina JLX Plus da 18460 €. A questo veicolo la Suzuki ha chiesto tanto: sostituire il leggendario Santana, che ha creato in Europa e non solo la categoria dei fuoristrada compatti. La Jimny risulta essere un ottimo compromesso a chi necessita di un veicolo compatto che possa essere utilizzato sia per un uso fuoristradistico (anche estremo o quasi) sia per essere usato nella quotidianità, garantendo grazie al 1500 diesel, potenza, silenziosità e scatto. Infine i prezzi: si va dai 15490 € della 1300 JLX Cabrio ai 16720 € della 1300 JLX Plus Berlina (Benzina); per i diesel 2 prezzi: 16720 € per la 1500 DDIS JLX Berlina, 17920 € per la 1500 DDIS JLX Plus Berlina.


 


 


Bruno Allevi