Ravello uno spiraglio per l´agricoltura un passo avanti per la Costiera

0

 Il Comune di Ravello, con delibera n.25 del 12/03/2007  avente ad oggetto: relazione previsionale e programmatica 2007/2009 e bilancio pluriennale 2007/2009.

“Salutiamo con speranza questa scelta del Comune di Ravello, che su nostra sollecita richiesta – dice
Marco Aceto  presidente del Consorzio di Tutela Limone Costa d’Amalfi I.G.P. –, ha stanziato, coraggiosamente e forse per la prima volta in Costiera Amalfitana la somma di € 15.000 per iniziative a favore dell’agricoltura.”

La delibera del Comune di Ravello, sarà messa a conoscenza, di tutti gli altri Comuni, invitandoli ad adottare medesimi provvedimenti, ceto la cifra è irrisoria, ma il significato è notevolissimo.


“Più volte abbiamo contattato tutti i Comuni della Costiera ponendo loro le problematiche della tutela del nostro paesaggio – spiega Aceto -, che parte in primis dalla effettiva coltivazione del territorio. I nostri contadini sono dei custodi che vengono solo sfruttati da tutti senza nessun riconoscimento. Questa è una buona notizia per i cittadini della Costiera, un’iniziativa che si spera venga presa ad esempio da tutti i comuni.”

Per giunta nessuno se ne ricorda e nessuno ne parla e ne affronta le problematiche salvo quando si avvicina una campagna elettorale. E’ giunta l’ora di ricordarsi di loro e di svolgere in sinergia adeguate politiche di salvaguardia.

Con il continuo interessamento presso gli Enti Preposti il consorzio è riuscito ad ottenere nuove misure a favore della agricoltura della Costa d’Amalfi, totalmente scomparse nel P.O.R. 200-2006, e recepite e inserite nel nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013.

“Bisogna seguire l’esempio del progetto Life che ha svolto il Parco delle 5 Terre – dice Aceto-. E’ un esempio da seguire, un esempio di come Comuni, Enti e privati coadiuvati dalla Comunità Europea, hanno risolto i loro problemi, ugualissimi ai nostri. E’ un esempio di come bisogna lavorare insieme.”

 

Lascia una risposta