RIFIUTI, BERTOLASO ALLA CAMERA: ´ALLARME EPIDEMIA IN CAMPANIA´

0

Roma. Guido Bertolaso è stato chiaro: se non si procede subito con lo smaltimento delle circa 700.000 tonnellate di rifiuti accumalate, il rischio in Campania e’ che, con l’avvicinarsi del caldo, possano scoppiare epidemie. Il commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania ha lanciato l’allarme sanitario durante l’audizione in commissione Ambiente della Camera. Non dice niente di nuovo, per la verità. Ma il suo grido scuote il mondo politico incapace da 14 anni di trovare una soluzione dell’annosa emergenza rifiuti. E domani torna in discussione la legge regionale sui rifiuti: il consiglio in cinque sedute è riuscito finora ad approvare solo 8 articoli. ”Il settore dei rifiuti in Campania – ha spiegato Bertolaso – gia’ da lungo tempo versa in una situazione di grave crisi che, se non affrontata urgentemente, rischia di estendersi dal settore ambientale a quello sanitario e dell’ ordine pubblico”. A cosa è dovuta l’attuale ”gravissima situazione”? Secondo Bertolaso dipende dalla carenza di discariche e dall’ insufficiente gestione della raccolta differenziata, che hanno determinato ”l’ attuale collasso del ciclo dei rifiuti e che rendono improcrastinabile l’individuazione di ulteriori siti”. Ad oggi, ha proseguito Bertolaso, ci sono 300.000 tonnellate di materiali accumulati presso i 7 impianti ex cdr (combustibile da rifiuti), 250.000 presenti presso i siti di stoccaggio provvisorio attivati dai comuni e dalla struttura commissariale e 150.000 tonnellate giacenti per strada. Quindi è ”necessario smaltire definitivamente e con massima urgenza circa 700.000 tonnellate di rifiuti che sono in tendenziale aumento per fronteggiare, con l’ avvicinarsi della stagione estiva, il rischio di insorgenza di epidemie e di incendi presso gli impianti ex cdr”.”.
Il sito individuato dal commissario straordinario e’ proprio quello di Serre: il piano d’azione varato dal governo prevede che in quella discarica possano finire fino a 700mila tonnellate. Ma c’è l’opposizione degli ambientalisti: lì esiste un’oasi Wwf.
Il presidente della commissione Ambiente della Camera, il diellino Ermete Realacci, è preoccupato: ”Quella tratteggiata dal commissario straordinario per l’ emergenza dei rifiuti in Campania e’ una situazione ”pesantissima’. All’attacco l’opposizione con l’esponente Udc Antonello Mereu che chiama in causa Prodi e la Regione: ”L’allarme siccita’ e il rischio incendi in Campania lanciato oggi da Bertolaso ha evidenziato ancora una volta l’incapacita’ politica del governo Prodi e dei responsabili della giunta Bassolino di risolvere l’emergenza rifiuti” e con Paolo Russo (Fi). Ma anche dalla maggioranza arrivano dichiarazioni preoccupate come quelle del presidente della commissione Ambiente al Senato, Tommaso Sodano (Prc): ”Dalle dichiarazioni del capo della Protezione civile di oggi – dice il senatore – vengono fuori cose purtroppo gia’ note: la Campania e’ sull’orlo del disastro ambientale e occorrono provvedimenti urgenti per uscire dall’emergenza”.
Vincenzo Iurillo