Reddito di cittadinanza. finanziamenti a fondo perduto

0


 


Una significativa ed interessata partecipazione dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza, ha caratterizzato il primo dei due incontri sulle iniziative legate all’autoimpiego.


In pratica, ai beneficiari del Reddito di cittadinanza sono state illustrate le ulteriori opportunità di finanziamenti a fondo perduto, per la realizzazione di attività autonome nei settori commercio, fornitura di servizi, produzione di beni.


Al primo incontro, che si è svolto questa mattina nell’Aula Consiliare del Comune di Cava de’ Tirreni, hanno partecipato il sindaco del Comune di Cava de’Tirreni, ente capofila, Luigi Gravagnuolo, l’assessore alla Solidarietà Sociale Michele Coppola, il consulente dell’Ufficio di Piano Massimo la Torre ed i consulenti di Sviluppo Italia.


Un secondo momento informativo si terrà domani, alle ore 9.30, nell’Auditorium della Scuola Media Statale di Maiori in via Capitolo n° 3, al quale parteciperà l’assessore alle Politiche Sociali Lucia Mammato.


“Per la prima volta- ha affermato il sindaco Gravagnuolo- viene data l’opportunità di un aiuto concreto alla persona che vive un disagio sociale, non legato al mero assistenzialismo, bensì alla capacità di produrre reddito autonomamente. Il vero cuore dell’intervento che gli operatori del Piano di Zona mettono in campo è proprio questo: dare un forte sprone per uscire da questa sacca di difficoltà”.


I beneficiari del reddito di cittadinanza, purché maggiorenni, possono accedere alla misura dell’autoimpiego, vale a dire l’accesso ai finanziamenti per l’avvio di attività imprenditoriali.


Tre le tipologie di agevolazioni previste:


ü      ditta individuale: agevolazione massima prevista 30 mila euro per gli investimenti e 5 mila per le spese di gestione del primo anno;


ü      società di persone o piccole cooperative: agevolazione massima prevista 60 mila euro per gli investimenti e 10 mila euro per le spese di gestione del primo anno;


ü      Microiniziative: è prevista la sola erogazione di un contributo massimo di 15 mial euro a copertura degli investimenti.


Potranno essere ammesse a finanziamento attività che riguardano ad esempio un piccolo negozio di fiori recisi, di frutta e verdura, ludoteche, asili, servizi ricreativi e culturali, trasporti speciali (rifiuti, scarti di lavorazione industriale).


 


Le domande possono essere presentate presso lo Sportello di Accompagnamento attivato dai comuni mediante il Piano Sociale di Zona, che offrirà un’assistenza adeguata per la presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.


Lo Sportello di Accompagnamento per la presentazione delle domande è attivo presso: Segretariato Sociale via Della Repubblica, 3 -2° Piano -Cava de’ Tirreni-  tel: 089 467925 mercoledì e giovedì dalle ore 9.30 alle 12.30.


Segretariato Sociale Comune di Cetara, Corso Umberto I, n. 49 – tel: 089 262924 – lunedì dalle ore 9.30 alle 12.30. È possibile contattare telefonicamente gli Operatori dello Sportello il mercoledì e giovedì dalle ore 9.30 alle 12.30 al  tel: 089 467925.


 


Cava de’Tirreni, 7 marzo 2007


 


 


Fonte: Comunicato Stampa

Lascia una risposta