Positano riapre (a metà) la Buca di Bacco e tutto il paese

0

E’ primavera.. riaprono i ristoranti..e anche (a mezz’asta.. come ha detto scherzosamente uno degli uomini dello staff) la Buca ed abbiamo avuto la felicità di prenderci un caffè al sole di una splendida giornata. Ieri sera abbiamo preso  anche la nostra buona pizza al Saraceno d’Oro a Fornillo finalmente riaperto (speriamo che l’anno prossimo non stiano tutti chiusi insieme..sic!). Vedere vivo di nuovo il proprio paese è piacevole. Così Positano riapre, riapre alla stagione turistica, si sveglia da due mesi di, troppo, torpore invernale. Ormai è countdown per Pasqua ci si aspetta il pienone se continuano così le condizioni atmosferiche. Il terrazzo della Buca di Bacco è ancora sequestrato, ma Elio Rispoli non si perde di coraggio, ha aperto il bar e, questo ci amareggia, sarebbe stato aperto anche d’inverno senza un sequestro che lascia perplessi se rapportato ad altre vicende. Questo vale per la Buca, come per altre vicende, dove il sequestro deve essere vista come extrema ratio, invece diventa, senza colpa degli operatori, a volte è la legge o direttive superiori, una prassi. Stride con il nostro senso di giustizia se però pensiamo a Casalnuovo, per esempio, o a intere strutture costruite anche in Costiera Amalfitana o Sorrentina ex novo, e mai sequestrate. La legge è (?) uguale per tutti?


Mi.Ci.