Positano nasce il Forum delle associazioni

0

Un momento importante quello di giovedì otto febbraio per Positano un incontro con le associazioni per creare un forum. Le associazioni presenti a Positano sono state convocate dal Comune per cercare di creare un forum. Per il futuro una possibilità, nel rispetto delle proprie autonomie, per organizzare gli eventi, che partono dal tessuto sociale del paese costituito dalle associazioni, in maniera sinergica e costruttiva.

“Si tratterà di un organismo consultivo dell’amministrazione per cui tutto quanto riguarda il mondo dell’associazionismo si può rapportare con l’amministrazione tramite il forum – ha spiegato il sindaco Domenico Marrone -. Organizzare iniziative culturali, sociali. Ci sarà un regolamento per cui i pareri del forum devono essere dati entro dieci giorni, altrimenti si intende dato positivo. Le varie associazioni potrebbero sottoporre progetti all’amministrazione in modo tale da poter coordinarsi tra di loro. Ci sarà un presidente ed un vicepresidente, il regolamento verrà inviato via mail a tutti e ognuno potrà apportarvi le sue riflessioni.” 


Si è discusso liberamente, anche le perplessità di chi, giustamente, non vorrebbe perdere la propria autonomia.


“Quando  noi ci troviamo tutti insieme vorrei capire se vanno avanti le priorità più importanti – dice l’associazione Adin di Nocelle -, non vorrei sentirmi schiacciata come socio, nel caso in cui una mia piccola iniziativa, come potrebbe avvenire nella nostra frazione, potesse essere posposta a chi ha piu forza?”


“Ogni associazione conserva la sua autonomia, il suo presidente, la sua assemblea e le sue finalità -. dice Marrone -, sono le regole che devono esser riviste. E il Comune valuta positivamente tutte le associazioni, sennò non saremmo qui.” Un punto sul quale tutti hanno concordato, conservare le proprie autonomie, ma essere più efficaci e collaborative per il paese in un organismo che possa rappresentare unitariamente le esigenze di tutti. Idee condivise da tutti quelle di organizzare degli eventi unendo le forze (come avvenne per il convegno sul dissesto idrogeologico dove Posidonia e Gea si unirono con Italia Nostra con risultati egregi) o calendarizzare gli eventi, impegnarsi con dei programmi, tenendo conto dell’elasticità delle associazioni, e fare proposte condivise, come quella di tener aperto l’informagiovani la sera o comunque trovare uno spazio per i giovani durante l’inverno, ma anche cedere eventi a tutti nel caso un’associazione non voglia o possa portarli avanti, è il caso di Posidonia che ha proposto a chi lo volesse di portar avanti lo storico Festival Lo Sbarco dei Corti, ma anche altre proposte, come esigenza di pubblicità sollevata da chi fa musica, Posimuse, ma anche da chi ha fatto eventi teatrali rilevanti come PositanoArte con il giorno della memoria. Quindi la possibilità di avere uno spazio anche in rete sul sito del Comune (che sta per essere così rimodulato). Alla fine c’è stato un incontro dove tutti hanno condiviso la scelta di creare un forum. L’esigenza di spazi, fisici, è stata sollevata e al propsito l’amministrazione ha parlato dei lavori al Museo del Viaggio che entro l’anno potrebbe essere disponibile, ma anche di una diversa allocazione delle scuole con l’uso del plesso delle elementari ad attività sociali e ricreative. Ora si passa alla fase due, quella di distribuire il regolamento, concordarlo, condividerlo e rendere concreto il forum arrivando alla designazione di un presidente che lo rappresenti.


Michele Cinque