Vietri sul mare Italia Nostra contro i cartelloni pubblicitari

0

Vietri sul Mare. Crociata di Italia Nostra e del Comune di Vietri contro i cartelloni pubblicitari che “imbrattano” il paesaggio. Una guerra che sembrava conclusasi dopo l’ordinanza, all’indomani del riconoscimento Unesco della Costiera, di Soprintendenza e Comunità montana diretta a vietarne l’uso nel territorio della divina. «Invece – lamenta la presidente dell’associazione ambientalista Lella Di Leo – siamo punto e a capo». Sott’accusa il Comune di Salerno che ieri mattina ha autorizzato l’installazione su pali in ferro di un cartellone di oltre sei metri di larghezza per tre di altezza lungo via Madonna degli Angeli, la strada da sempre legata alla storia del borgo dipinto. Il terzo in pochi giorni apposto sulla nazionale che collega Salerno a Vietri, il quarto, se si considera quello “storico” sul viadotto Gatto. «È un intervento offensivo – sbotta Pietro Amos di Italia Nostra – un vero mostro a dialogo con l’antica cappella, tempio di fede per i vietresi, vecchia tappa del Grand Tour e icona dei vedutisti di inizio Ottocento». Una vera e propria usurpazione territoriale, tra l’altro, fanno notare gli ambientalisti. E, alla loro voce, si unisce quella del vice sindaco di Vietri sul Mare Ovidio Gagliardo, artefice del progetto di riqualificazione della strada, della chiesa e dello scalone ottocentesco. Ieri, dopo aver notato il cartellone sorto dalla sera alla mattina senza alcun preavviso ha protestato vivamente con il Comune di Salerno chiedendone l’immediata rimozione. «Assurdo – dice – Stiamo facendo il possibile per recuperare alla fruizione dei vietresi e dei tanti turisti questa gemma del nostro patrimonio e vediamo ora la nostra opera in parte vanificata». Italia Nostra intanto lancia l’allarme e chiama in sostegno il soprintendente Zampino a che non si perpetri ancora uno «scempio di tal genere».