Avellino. Poesia. Giovanni Moschella.

0

Ecco una scheda su Giovanni Moschella:


 


E’ nato ad Atripalda (AV).


Dottore in Economia e Commercio e poeta, scrittore, critico letterario, giornalista, attore, pittore.


Si sono interessati della sua attività importanti quotidiani, quali Il Mattino, Ottopagine,Il Corriere dell’Irpinia,Il Ponte, Il Quotidiano di Caserta e riviste, tra cui: Bacherontius, Brontolo, Peloro 2000, Penna D’Autore, Club degli Autori, Miscellanea, Poeti nella società, Radio Corriere TV, Midi Songs.


Vincitore di una centinaia di premi in agoni letterari nazionali ed internazionali:sue poesie


sono state tradotte in russo e rumeno.


E’ presidente delegato per la provincia di Avellino dell’Accademia Internazionale Greci Marino del Verbano.


Ha affiancato artisti del panorama irpino, e non solo: Pasquale Grasso, Camillo Marino,


Alfonso Grassi.


Collabora attivamente con varie associazioni culturali.


Ha pubblicato il volume “I Riflessi Dell’Anima” ed è impegnato con la raccolta di prossima pubblicazione “Oltre la Frontiera”


Limpida come acqua di sorgente è la poesia di Giovanni Moschella è un canto del cuore, una sinfonia di parole, un sospiro di vita.


I versi sciolgono trame di tenerezza, di dolore, di stupore, sulle pagine che vibrano di sentimento.


Il nostro autore, colto, impegnato nel sociale, sensibile agli avvenimenti che caratterizzano il nostro tempo, sa offrire, anche una “gamma di sensazioni” e un monito di chiara valenza morale.


E’ il poeta della realtà, con le sue ombre e le sue luci, un ricercatore di verità, ma sa anche raccogliere le gemme del sogno, che impreziosiscono il tempo stesso della vita.


Giovanni Moschella poeta e scrittore ha interessato la stampa e ricevuto numerosi riconoscimenti.


Incluso in prestigiose antologie e in qualificati cataloghi d’arte, è stato recensito da critici.


Sono svariati i titoli accademici e i premi conseguiti anche all’estero.


Amante del teatro, della recitazione, promotore di concorsi letterari, è certamente un personaggio che si sa imporre all’attenzione del pubblico e sa coinvolgere i lettori nella variegata magia della sua poesia.


Anche nel buio più fitto fa accendere una stella che brilla al ritmo inesauribile della speranza, anche nel silenzio più intenso ci fa ascoltare il battito del cuore che “scandisce il tempo della gioia”.


Giovanni Moschella colora l’amore e s’appassiona.


L’arte è davvero per Moschella un simbolo di libertà, di pace, di sentimento che fa sorgere “una nuova alba nel cielo dell’attesa”, abbattendo confini e barriere, facendo sentire gli uomini più uniti.


I suoi versi sono gli eterni e vibranti “riflessi dell’anima” nel misterioso gioco esistenziale.


Per chi vuole approfondire, segnaliamo il sito: www.giovannimoschella.it


 


Maurizio Vitiello