MAFIA: MAXI-BLITZ A PALERMO

0

PALERMO – La polizia di Stato è impegnata a Palermo in una vasta operazione antimafia coordinata dai pm della Direzione distrettuale antimafia. Gli agenti hanno arrestato decine di persone accusate di essere capimafia e gregari delle famiglie appartenenti al mandamento mafioso di San Lorenso. L’operazione, denominata “Occidente”, vede impegnati oltre duecento agenti. I provvedimenti cautelari sono stati firmati dal gip su richiesta dei pm Domenico Gozzo e Gaetano Paci.

Le indagini della polizia hanno consentito di individuare i capi delle famiglie mafiose e gli affiliati alle cosche che fanno parte del mandamento del boss ricercato Salvatore Lo Piccolo, di cui proteggono anche la latitanza. Attraverso intercettazioni ambientali, effettuate in un capannone in cui venivano svolte le riunioni segrete fra boss, gli agenti hanno seguito l’evoluzione e gli assestamenti delle famiglie mafiose. In questo modo è stato possibile fare luce su estorsioni a commercianti di una vasta zona di Palermo e scoprire importanti elementi sui rapporti d’affari dei mafiosi con imprenditori che sono risultati dalle indagini compiacenti o in alcuni casi, complici. Nell’inchiesta vi sono centinaia di ore di conversazioni fra boss captate dalle microspie che arricchiscono questa indagine e offrono riscontri a quanto accertato dalla polizia. Emerge, dunque, come il mandamento guidato dal latitante Lo Piccolo ha svariati interessi nel settore dei lavori edili e delle imprese commerciali. Ma anche le collusioni e i boss che erano fino adesso “riservati”. L’operazione è condotta dagli agenti della Squadra mobile. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamenti, riciclaggio e interposizione fittizia di beni.

La procura ha chiesto ed ottenuto dal gip, oltre agli arresti, anche il sequestro di beni per un valore complessivo di 16 milioni di euro. Per gli inquirenti rappresenterebbero una parte del tesoro del boss latitante Salvatore Lo Piccolo, ricercato da oltre vent’anni e adesso al vertice di Cosa nostra. I provvedinmenti cautelari dell’ Operazione Occidente firmati dal gip, Maria Pino, sono 48 e sono stati eseguiti dagli agenti della squadra mobile di Palermo che hanno condotto le indagini. I sequestri effettuati fanno riferimento a imprese, aziende e società che sarebbero nella disponibilità dei mafiosi del mandamento di San Lorenzo. I 48 provvedimenti cautelari riguardano i presunti capi e affiliati alle famiglie mafiose di San Lorenzo, Partanna, Mondello e Carini, scoperti in gran parte grazie anche alle intercettazioni ambientali eseguite in un capannone in cui si svolgevano le riunioni mafiose


RONALDO ATTESO A MILANO MA SI ALLENA A MADRID


MADRID –  Nonostante le voci di un imminente partenza alla volta di Milano, Ronaldo si è allenato questa mattina nella cittadella sportiva del Real
Madrid a Valdebebas. All’orario abituale, alle 11, era in campo agli ordini di Fabio Capello, sebbene i due non si rivolgano la parola, e si è allenato come fa abitualmente con i propri compagni di squadra, completando il riscaldamento in palestra a causa della bassa temperatura esterna di soli 3 gradi. Secondo quanto riferisce l agenzia Efe, al termine dell allenamento, Ronaldo non ha detto addio ai suoi compagni di squadra, né ha
ritirato le sue cose dallo spogliatoio. In giornata di e’ parlato di un accordo col Milan a un passo dalla conclusione tanto che nel pomeriggio Ronaldo sarebbe atteso a Milano per le visite mediche.  Le trattative avrebbero subito un’accelerazione nella tarda serata di ieri con contatti fra Adriano Galliani e il dirigente del Real Franco Baldini, responsabile del mercato della società spagnola. Secondo notizie non confermate finora dalle società, l’accordo sarebbe praticamente concluso su una cifra attorno ai 7 milioni di euro che il real dovrebbe percepire.  Secondo quanto scrive il quotidiano El Mundo, il Milan avrebbe accettato di pagare 6 milioni di euro per avere il centravanti brasiliano, che firmerebbe con i rossoneri un contratto in scadenza il 30 giugno del 2008.





















MEDIASET CITA LA LEGA PER I DIRITTI TV
DEL PIERO AL SUN: HO DETTO NO AL MANCHESTER UTD
Sepang, l’acuto di Rossi
Serie A – Milan

www.ansa.it


                                             Michele De Lucia