EDICOLANTE UCCISO A COLTELLATE A VERONA

0

 VERONA – Potrebbe esserci una rapina finita male all’origine dell’omicidio di Giorgio Vesentini, di 50 anni, colpito da quattro coltellate, due alla schiena e altre due al collo, queste ultime ritenute quelle mortali. Questa, secondo quanto si è appreso, è una delle ipotesi tenute maggiormente in considerazione dalla polizia, che sta conducendo le indagini. L’uomo, secondo gli investigatori, potrebbe aver cercato di difendersi.

   L’omicidio è avvenuto all’interno dell’edicola-tabaccheria. Il cadavere, infatti, è stato scoperto da un cliente che era entrato per acquistare un quotidiano. L’omicidio è avvenuto tra le 6:30 e le 7:15, cioè tra il momento dell’apertura


commerciale – come ha testimoniato la moglie della vittima – e l’ora in cui il corpo è stato trovato dal cliente.


 


www.ansa.it


                                 Michele de Lucia

Lascia una risposta