MORTA DARLENE CONLEY, LA SALLY SPECTRA DI ´BEAUTIFUL´

0

WASHINGTON – Si sentiva una ”vera diva dell’ Opera, una Loren, una Magnani”: Darlene Conley, la strega dal cuore d’oro di Beautiful, adorava il suo personaggio perche’ era ”molto italiano, teatrale, espansivo”. Anni fa, parlando con un gruppo di giornalisti italiani sul set della celebre soap americana, l’attrice irlandese non aveva nascosto la sua incontenibile verve e l’entusiasmo per il suo lavoro. Ne’ la sua passione per il sesso maschile. E cosi’, a chi le chiedeva con chi le sarebbe piaciuto passare la notte, aveva risposto: ”Con il mio stilista spagnolo”. ‘

‘Nessuno e’ come me – disse in quell’occasione – Sono nata per recitare: basta che ho le luci addosso e riesco a vivere”. Dopo il debutto sul set di ‘Uccelli’ di Hitchcock come comparsa, trascorse dieci anni nel teatro classico. Passionale e sanguigna, folta chioma rossa, se non avesse fatto l’attrice sarebbe stata ”in prigione a vita, per un delitto d’onore o per aver rubato gioielli. Essere attrice mi ha salvato – spiego’ – anche perche’ posso fare tutto questo sul set”.

Una possibilita’ che ha sfruttato appieno: la sua Sally Spectra era capace di tramare contro chiunque si mettesse tra lei e il successo, utilizzando i piu’ improbabili travestimenti, trucchi e trabocchetti. Tanto da essere considerata dai Forrester, i famosi stilisti suoi acerrimi nemici, una sorta di caricatura, di buffo clown da cui pero’ guardarsi perche’ imprevedibile. Forse, nelle intricate vicende di Beautiful, l’unica capace a tenerle testa, era l’eterna rivale Stephany (Susan Flannery), la combattiva e manipolatrice matriarca della dinastia Forrester. Susan e Darlene erano due facce della stessa medaglia: entrambe ossessionate dalla difesa della propria famiglia e dalla brama di successo sulle passerelle, ma anche capaci di grandi slanci di generosita’.

 Tuttavia Sally-Darlene era forse piu’ verace e simpatica della snob Stephany-Susan, probabilmente grazie al sangue irlandese e al suo istinto godereccio. I fan della soap con Ridge e Brooke non potranno dimenticare il matrimonio di una gia’ attempata (e sovrappeso) Sally, con uno dei piu’ seduttivi protagonisti della storia di Beautiful, Clarke Garrison (Daniel Mc Vicar). E i vari tentativi di rubare a Stephany l’affascinante marito Eric. Protettiva e attaccatissima alla figlia Macy (morta e resuscitata come e’ nello ‘stile Beautiful’), Sally riusciva sempre a superare qualunque avversita’, personale o di lavoro, attingendo ad una esuberante vitalita’ e ad uno spiccato senso dell’umorismo. Darlene, 72 anni, tre matrimoni e tre figli, due nomination agli Emmy per la ‘sua’ Sally, ha pero’ perso la battaglia contro il cancro allo stomaco che aveva scoperto di avere solo tre mesi fa.


WWW.ANSA.IT


                                              Michele De Lucia