Marchio unico in risposta all´Assessore Regionale al Turismo

0

Consiglio Regionale della Campania


 Commissione Consiliare per la revisione dello Statuto e
del Regolamento
interno del Consiglio Regionale


 Il Presidente  


Napoli, 17.1.2007


 All’Assessore Regionale 
          al Turismo
          dr. Marco Di Lello


 


 Caro Assessore,


alla pagina 7, regionale, del quotidiano “La Repubblica”, ad una precisa domanda della giornalista Maria Rosaria Sannino, Lei ha risposto, testualmente, che le uniche lamentele relative al marchio studiato dalla società Protom, per conto della Regione Campania, sono state le mie, mentre, per il resto, c’è grande soddisfazione.


Le preciso, però, che tutto ciò non corrisponde al vero, in quanto, da giorni, quasi tutti i Sindaci della Costiera, il Presidente della Comunità Montana Penisola Amalfitana, Raffaele Ferraioli, nonché il Presidente degli Albergatori, Lorenzo Cinque, la Cidec, la Confcommercio e l’Assindustria hanno levato alto il grido di dissenso rispetto a tale discutibilissima iniziativa.


Forse io l’ho fatto in maniera forte e determinata nel rispetto del mio modo di fare, ma Le garantisco che tutti gli albergatori e gli operatori commerciali sono sul piede di guerra.


Certo che, ormai, il rischio del marchio unico sia scongiurato, colgo l’occasione per inviarLe i più cordiali saluti in attesa di definire i dettagli dell’incontro del 29 gennaio p.v.



 


                                                            Il Consigliere Regionale 


                                                            dr. Salvatore Gagliano 


                                                    Presidente Commissione Statuto







 


 


 


Ndr: L’intervista era inserita in un box a lato dell’articolo di Maria Rosaria Sannino ma era del giornalista Carotenuto e l’assessore Di Lello ha detto che era solo l’onorevole Gagliano a lamentarsi, cosa non vera. Le critiche le abbiamo ricevute come Positanonews dal vicesindaco Gaetano Marrone, da quello di Ravello Salvatore De Martino, dal presidente degli albergatori provinciale di Salerno Lorenzo Cinque e da vari politici ed operatori turistici di Amalfi. Gagliano è stato in più pronto e tempestivo a comunicare la cosa alla stampa e a farlo diventare un caso come è giusto che sia.

Lascia una risposta