DROGA: Coca dal Sudamerica, 6 trafficanti arrestati

0

NAPOLI,11gennaio 2007 – Due dei sei narcotrafficanti per i quali è scattato l’arresto all’alba di oggi da parte dei Carabinieri del Reparto Operativo di Palermo con l’accusa di commercio transnazionale di cocaina risultano irreperibili . Uno dei due si troverebbe in Olanda, mentre l’altro in un paese del Sud America, probabilmente la Colombia .

L’operazione dei Carabinieri di Palermo ‘Wiston 3’, che si è estesa alle province di Bolzano, Trento, Udine, Bologna, Sassari eTrapani, è coordinata dal Procuratore aggiunto di Palermo, Sergio Lari e dai pm Sergio Barbiera e Geri Ferrara, che hanno chiesto e ottenuto dal gip del Tribunale, Fabio Licata le ordinanze di custodia cautelare.

Il capo della banda è, secondo gli investigatori, Tommaso Iacomino, di 60 anni, ritenuto un esponente di spicco del clan camorristico Birra-Iacomino di Ercolano (Napoli). L’uomo si trova dall’aprile del 2006 in carcere a Bogotà (Colombia) dopo che, proprio attraverso le indagini ed il contributo dei carabinieri, era stato arrestato, dopo una lunga latitanza.

I carabinieri, nel corso dell’indagine, hanno ricostruito l’attività di importazione della cocaina dal Perù e dalla Colombia, verso l’Italia ed attraverso numerosi paesi europei come la Francia, la Spagna e l’Olanda, in particolare a Barcellona e Amsterdam. In questi paesi Iacomino, Paolo Messina e Paolo Boninsegna avevano creato delle basi per garantire la continuità del flusso della droga lungo l’asse Sud America Europa, utilizzando canali di trasporto spesso camuffati da società di import-export costituite appositamente. Molto elevato il giro d’affari scoperto dagli investigatori. Nel corso dell’inchiesta è stata scoperta oltre trenta kg di pasta di cocaina, che poi sul mercato internazionale sarebbediventata almeno 90-100 kg.


online@quotidiano.net


                                                          Michele De Lucia

Lascia una risposta