Piano di Sorrento Marina di Cassano partono i lavori

0






FRANCESCO AIELLO Piano di Sorrento. Dopo oltre dieci anni di rinvii e polemiche arriva il momento di avviare gli interventi di adeguamento nell’area della marina di Cassano. Proprio ieri, infatti, è stato pubblicato il bando per individuare l’impresa che dovrà eseguire le opere del porticciolo di Piano. Entro il 5 febbraio, dunque, le offerte dovranno pervenire agli uffici comunali che procederanno all’assegnazione dell’appalto. Importo delle opere: due milioni e mezzo di euro reperiti tra fondi europei nell’ambito del programmo operativo regionale e risorse messe a disposizione del comune dalla cassa depositi e prestiti. «Si tratta di un momento particolarmente significativo che avrà ripercussioni positive nell’ottica del rilancio dell’intera fascia litoranea – sottolinea il sindaco Giovanni Ruggiero – I lavori rientrano in un progetto più ampio di intervento che nei prossimi anni riguarderà l’intero bacino della marina sia nel versante di Piano che in quello di Sant’Agnello e comporterà un investimento complessivo di oltre venti milioni di euro». Nel dettaglio il progetto che partirà entro la prossima stagione turistica prevede la riqualificazione e l’adeguamento degli impianti a terra e delle strutture in acqua dell’approdo. Successivamente la banchina di sopraflutto sarà allungata dagli attuali 290 metri a complessivi 380 metri. Per difendere l’arenile dal fenomeno dell’erosione sarà inoltre ampliata anche la scogliera. Infine, il piano di recupero prevede la bonifica e lo scavo dei fondali antistanti l’area portuale, la ristrutturazione della banchina di pesca, degli ormeggi e dei locali di ricovero per reti e attrezzature. Intanto la prossima settimana partiranno anche i lavori di rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione del porto e gli interventi di ripristino delle dotazioni di sicurezza della banchina. E proprio l’ultimo tratto del porto, quello impiegato dagli aliscafi, sarà oggetto di una serie di opere di straordinaria manutenzione da parte del settore Demanio della Regione Campania che ha stanziato circa 77 mila euro. L’ampliamento dell’approdo di Piano è solo uno dei progetti che i comuni della Costiera hanno inserito nell’ambito del Pit sulla portualità turistica. Il progetto integrato, infatti, ha già approvato, ed è prossima anche l’assegnazione dei finanziamenti, il piano di risanamento del porticciolo della Marina d’Equa a Seiano di Vico Equense. In questo caso gli interventi, per un valore che supera di poco il milione di euro, riguardano la ristrutturazione della banchina e del pontile con il recupero delle strade di collegamento della fascia litoranea. L’obiettivo è quello di attrezzare un approdo adatto alle imbarcazioni da diporto. Diverso il discorso per Meta dove la giunta comunale ha appena rinunciato ai fondi stanziati in quanto intenzionata a privilegiare la balneazione lungo il litorale.

 


Da Il Mattino

Lascia una risposta