SCHIANTO SULL´A11: QUATTRO MORTI, DUE SONO BAMBINI

0










FIRENZE – E’ stata un salto di corsia, all’ interno di un cantiere che prevede lo scambio di carreggiata, l’ origine dello scontro frontale sull’A11 all’altezza di Chiesina Uzzanese (Pistoia) nel quale, la notte scorsa (poco prima delle 2), hanno perso la vita due bambini di 9 e 12 anni e due donne.

Secondo quanto appreso, l’ Honda sulla quale viaggiavano padre, madre e due bambini di Firenze si e’ immessa nello scambio di carreggiata e il conducente ha perso il controllo, saltando la corsia e andando a scontrarsi frontalmente con una Toyota Yaris sulla quale viaggiavano due donne – e non una donna e un uomo come precedentemente riferito dagli inquirenti – residenti a Capannori (Lucca).

L’ urto, frontale, e’ stato terribile: le due donne e i due bambini sono morti sul colpo. I due feriti, il padre dei due bambini e la donna che viaggiava sulla Yaris, sono politraumatizzati e versano entrambi in condizioni gravissime.

Per consentire l’ accesso ai mezzi di soccorso, l’ autostrada è rimasta chiusa in direzione mare con uscita obbligatoria a Chiesina Uzzanese, chiusura che si è protratta fino alle 4:30.

Le piccole vittime si chiamavano Pietro e Niccolò. La loro mamma, Letizia Bellacci, 45 anni, è morta con loro. Il loro padre, Andrea Q., 45 anni, è stato ricoverato in gravi condizioni prima a Pescia e poi all’ospedale di Prato.  L’ altra deceduta si chiamava Chiara Francesconi, aveva 31 anni ed era residente a Capannori. La donna viaggiava sulla Toyota Yaris in compagnia di C. M., 45enne, anche lei residente a Capannori, che si trova adesso ricoverata all’ ospedale di Pescia.


DUE GIOVANI MORTI NEL REGGIANO

Due uomini di 29 e 30 anni, di Poviglio (Reggio Emilia), sono morti in un incidente stradale avvenuto a Castelnovo Sotto, sempre nel Reggiano, attorno alle 4. I due viaggiavano su una Punto insieme ad altri tre amici che sono rimasti feriti e sono stati ricoverati all’ ospedale di Reggio Emilia.

Secondo una prima ricostruzione, l’ auto su cui viaggiavano i cinque, per cause ancora in corso di accertamento e’ uscita di strada e si e’ schiantata contro un albero che fiancheggia la carreggiata. I due giovani, che erano sul sedile posteriore, sono stati sbalzati fuori e sono morti sul colpo. L’incidente e’ avvenuto su un rettilineo appena fuori dal centro abitato. Tra le possibili cause, l’ alta velocita’ e la strada leggermente ghiacciata. I rilievi sono stati eseguiti dalla Polstrada di Reggio Emilia, intervenuta insieme al 118.


DUE MORTI IN VENETO

Due giovani sono morti in due diversi incidenti stradali avvenuti in Veneto. A Vazzola, sulla strada provinciale 20, e’ morto Angelo Buosi, 21 anni, di Cimadolmo (Treviso), che, dopo aver perso il controllo della guida della sua Opel Astra, e’ uscito di strada finendo violentemente con la vettura contro un albero. Il secondo incidente mortale e’ avvenuto invece a Palu’, nel veronese, dove una Ford Fiesta dopo aver affrontato una curva e’ uscita di strada, finendo la sua corsa in un fossato. Uno dei passeggeri, Giovanni Leo, 25 anni, di Zevio (Verona), e’ morto all’istante, mentre un altro e’ stato ricoverato all’ospedale di Legnago (Verona). Le sue condizioni di salute non sarebbero gravi. Illeso invece il conducente della vettura.


AUTO CONTRO PALO, MUOIONO FIDANZATI

Due fidanzati sono morti nelle prime ore di questa mattina in un incidente stradale avvenuto nei pressi di Rivarolo Mantovano: la loro auto si e’ schiantata contro un palo. I due – M.M., di 38 anni di Rivarolo, e A.S., 21 anni, di Piadena (Cremona) – viaggiavano a bordo di una Ford Fiesta e stavano tornando a casa dopo aver trascorso la serata in un locale della zona. Sulla circonvallazione che porta in paese l’auto, forse a causa dell’elevata velocita’, ha sbandato in curva e si e’ schiantata contro un palo dell’illuminazione pubblica, spezzandosi in due tronconi. I due fidanzati sono morti sul colpo.









Home Back Stampa Invia

www.ansa.it


                                                    Michele De Lucia