Costiera Amalfitana al via i giorni diVini della Comunità Montana

0

Due eventi legati alla valorizzazione del panorama enogastronomico locale. Li ha organizzati la Comunità Montana Penisola Amalfitana nei giorni 3 e 4 gennaio, a Tramonti e Furore dove sono previsti rispettivamente la posa della prima pietra della costruenda Casa del Gusto e l’inaugurazione della prima monorotaia continentale del centro sud che attraverserà per trecento metri i poderi di Pizzocorvo. L’importante inaugurazione sarà preceduta domani, mercoledì 3 gennaio, alle ore 16 da un altro evento previsto nei Giorni diVini organizzati dalla Comunità Montana Penisola Amalfitana. E cioè la posa della prima pietra della Casa del Gusto di Tramonti. Il progetto, che servirà da vetrina per il settore enogastronomico della Costiera Amalfitana, verrà illustrato nel corso di una tavola rotonda in programma alle ore 17 presso la sede della Comunità Montana e dal titolo “La filiera enogastronomica della Costa d’Amalfi”, alla quale interverrà tra gli altri l’assessore regionale Antonio Cozzolino. Nel corso dell’incontro, moderato dal giornalista Mario Amodio (è previsto anche un dibattito con i produttori locali ai quali è destinato il complesso la cui presentazione è avvenuta il mese scorso a Venezia), si alterneranno gli interventi del sindaco di Tramonti Armando Imperato, del presidente della Comunità Montana Raffaele Ferraioli, dell’assessore provinciale all’agricoltura, Corrado Martinangelo, del presidente della Strada del Vino della Costa d’Amalfi, Salvatore Grimaldi, del giornalista Luciano Pignataro, e dello storico della gastronomia amalfitana, Ezio Falcone. “Questa iniziativa che ci apprestiamo a realizzare – avverte il presidente della Comunità Montana, Raffaele Ferraioli – ha una doppia valenza: rilanciare la strada del vino e creare un itinerario turistico-culturale integrativo a quello che corre lungo la costa”. Il motore dell’itinerario, riconosciuto dalla Regione nel 2001 (la strada del vino della Costa d’Amalfi, fu la prima a costituirsi mediante la formazione di un comitato promotore a cui aderivano produttori e operatori turistici), sarà, dunque, la struttura che la Comunità Montana ha acquisito dal comune di Tramonti. L’ente sovracomunale, che si appresta alla realizzazione dei lavori di adeguamento strutturale, investirà per questo progetto circa 4,5 milioni di euro, parte dei quali sono serviti all’acquisto dell’immobile. Ubicato nella frazione di Polvica, l’ampio manufatto, sede fino a qualche anno fa del Gal Costa d’Amalfi, ospiterà ben quattro aree, una delle quali esterna e destinata ad un campo – catalogo dei vitigni della Costa in cui figurerà l’intera selezione ampelografica e clonale. A questo spazio espositivo “en plein air”, si aggiungono le tre aree interne. La prima  di tipo museale (lo spazio moderno e dinamico conterrà un laboratorio e verrà realizzato facendo ricorso alle tecnologie moderne) sarà destinata ai vigneti ed ai produttori, mentre nelle restanti aree si prevedono rispettivamente le realizzazioni di spazi formativi e didattici – per corsi e seminari rivolti ad addetti ai lavori, turisti e appassionati – e di degustazione con una sala ristorante.


 


Trecento metri di lunghezza e una portata di 15 quintali sono invece i numeri più significativi dell’impianto di monorotaia realizzato a Furore dalla Comunità Montana Penisola Amalfitana per incrementare e sostenere la produzione agricola locale. L’impianto, unico esemplare nell’Italia centro sud realizzato da un ente pubblico (due sistemi simili sono impiantati a Ischia in altrettante proprietà private), verrà inaugurato giovedì 4 gennaio alle ore 10.00 e servirà l’intera zona di Pizzocorvo attraversando ben 14 fondi agricoli coltivati prevalentemente a vigneti. Del costo di circa 86.000 euro, la monorotaia sarà alimentata da un motore a scoppio diesel mentre la gestione verrà affidata ai proprietari delle aree agricole della zona. Al termine del taglio del nastro è in programma una tavola rotonda sul tema “Muoversi fra i pergolati” alla quale parteciperanno tra gli altri l’assessore provinciale Corrado Martinangelo e l’europarlamentare Alfonso Andria. Moderato dal giornalista Luciano Pignataro, il convegno registrarà inoltre gli interventi dell’enologo Ambrosio Iacono dell’azienda Pietratorcia di Ischia (prima insieme a D’Ambra ad aver realizzato l’impianto che corre tra i vigneti), il sindaco di Furore Alfonso Avitabile, il presidente della Comunità Montana, Raffaele Ferraioli, il giornalista Nino D’Antonio, e i funzionari regionali Antonio Falessi, Gennaro Grassi e Gennaro Limone. Un altro impianto di monorotaia è in via di completamento a Maiori (il costo dell’opera è di 130.000 euro) e servirà i terrazzamenti coltivati a limoneti. Anche qui, la gestione sarà affidata ai proprietari che aderiscono al consorzio irriguo per meglio consentire l’utilizzo dell’impianto a tutti i confinanti. Realizzati dalla Greening Italia di Brescia le monorotaie serviranno a incrementare la produzione agricola e ridimensionare il duro lavoro di trasposto a spalla delle uve e dei limoni. La costruzione delle due monorotaie è stata favorita da un finanziamento del Ministero dell’Ambiente nell’ambito del progetto dei Piani di Tutela Territoriale e Ambientale che prevedeva la formazione di personale (il contratto dei giovani impiegati per due anni presso la Comunità Montana è scaduto proprio lo scorso anno) e la realizzazione di un sistema informativo territoriale.