STRAGE IN BRIANZA: SUOCERO SCAGIONA MARZOUK

0

STRAGE IN BRIANZA: SUOCERO SCAGIONA MARZOUK
























ERBA (COMO)  – Su uno scaffale del salotto, il fuoco ha risparmiato un orsetto di legno intagliato da papà Azouz per il piccolo Yousef. Gli voleva tanto bene a quel bimbo, figlio dell’ amore e di due culture diverse. Mai Azouz gli avrebbe fatto del male, e a distanza di 24 ore dall’atroce morte del piccolo, di sua madre, di sua nonna e di una vicina di casa, un particolare è certo: non è stato il papà tunisino, ricercato subito dopo il massacro, l’ esecutore materiale della strage di Erba. Azouz Marzouk, 26 anni, piccolo spacciatore uscito di recente dal carcere per indulto, era in Tunisia al momento del massacro.

Lo hanno scagionato il fratello, e soprattutto il suocero Carlo Castagna, colui che più di tutti sta soffrendo per questa tragedia, perché ha perso figlia, moglie e nipotino. E ancora, i tabulati telefonici indicano che non era sul luogo del delitto il giovane immigrato pregiudicato per il quale si è subito sentito parlare di ‘mostro’ e ‘belva’.

Svolta piena, quindi, nella vicenda dell’ efferato delitto di ieri sera nella cittadina brianzola fra Como e Lecco: vittime Raffaella Castagna, 30 anni, la moglie di Azouz, il bimbo di tre anni, la madre di lei Paola Galli di 58, la vicina di casa Valeria Cherubini di 55. Il marito di quest’ultima, Mario Frigerio di 61 anni, è ricoverato in gravissime condizioni all’ Ospedale di Como. Tutti sgozzati da qualcuno che poi ha dato fuoco all’ appartamento, in una bella casa di cortile elegantemente ristrutturata nel centro storico di Erba.

Subito dopo la scoperta del massacro, ieri sera, i sospetti si erano concentrati su Azouz, fino a quando, in mattinata, l’ipotesi è caduta. Le indagini sono quindi ripartite da capo. “Seguiamo tutte le piste” ha detto il colonnello dei carabinieri di Como, Luciano Guglielmi, uscendo da un lungo sopralluogo nell’ abitazione insieme ai Ris di Parma. Ora si parla di vendetta trasversale, di un regolamento di conti forse maturato tra i traffici del tunisino, e forse ad opera di più persone. “Lui non c’entra – ha ripetuto oggi più volte tra le lacrime il suocero Carlo Castagna, commerciante di mobili molto conosciuto in zona -. Loro hanno pagato per qualcosa di più grosso”. Ma si indaga anche nella vita privata delle vittime.

Raffaella, descritta da tutti come una ragazza dolce, carina, solo un po’ sovrappeso, molto attiva nel volontariato e nel sociale, lavorava infatti presso un centro psichiatrico a Magreglio, comune poco distante. Una comunità di aiuto per persone che hanno qualche tarlo che rovina loro la vita o problemi di depressione. La ricostruzione del delitto conferma una ferocia inaudita. I primi ad essere uccisi sarebbero stati proprio il bambino e la sua mamma.

Su quest’ultima l’ assassino avrebbe infierito con particolare ferocia, colpendola più volte forse anche con un martello. I loro corpi sono stati trovati nel salotto. Le altre vittime sarebbero invece finite nel massacro forse per un brutto gioco del destino.

La madre infatti potrebbe essere arrivata di sorpresa mentre l’ omicida terminava la sua opera. Entrata nel corridoio, avrebbe avuto solo il tempo di gridare prima che anche a lei venisse tagliata la gola. L’ urlo avrebbe comunque richiamato i vicini, i coniugi Valeria Cherubini e Mario Frigerio: la donna ha appena fatto in tempo a entrare ed è stata anche lei massacrata. Il marito, l’ unico sopravvissuto, e stato colpito sul ballatoio davanti l’ ingresso. Ora, per sperare di chiarire il mistero, si attende il racconto di Azouz in arrivo dalla Tunisia con tutti i regali che avrebbe dovuto portare al suo piccolo.







Home Back Stampa Invia
 
VIDEO
Guarda il video
 
ALTRE FOTO













STRAGE BRIANZA: I RIS SUL LUOGO DEL MASSACRO STRAGE BRIANZA: PROCURATORE, VALUTIAMO PRESENZA PIU' PERSONE STRAGE BRIANZA:RICERCATO FORSE IN TUNISIA AL MOMENTO DELITTO STRAGE BRIANZA: I RIS SUL LUOGO DEL MASSACRO







STRAGE BRIANZA: I RIS SUL LUOGO DEL MASSACRO STRAGE BRIANZA: I RIS SUL LUOGO DEL MASSACRO STRAGE BRIANZA: I RIS SUL LUOGO DEL MASSACRO STRAGE BRIANZA: TABULATI TELEFONICI SCAGIONEREBBERO MARZOUK


WWW.ANSA.IT


                                                     


Michele De Lucia

Lascia una risposta