Piano Ospedaliero regionale

0


Consiglio Regionale della Campania


 Commissione Consiliare per la revisione dello Statuto e del Regolamento


interno del Consiglio Regionale


 Il Presidente


  Nella seduta odierna è stato approvato il Piano Ospedaliero regionale per il prossimo triennio.


L’Opposizione ed, in maniera particolare, Alleanza Nazionale ha svolto un ruolo importante nell’approvazione di tale documento essenziale per la sanità campana.


In merito è intervenuto il Consigliere Regionale di AN Salvatore Gagliano, Presidente della Commissione Statuto, che ha dichiarato: “ Ritengo che il nuovo Piano Ospedaliero sia molto discutibile e non comprendo i motivi per cui, negli ultimi giorni, si è voluto dare un’accelerata ingiustificata, che non ci ha dato la possibilità di guardare fino in fondo alle reali problematiche di questa Regione.


Resta, però, l’enorme soddisfazione di esserci battuti per venire incontro alle giuste esigenze della nostra provincia. Basta pensare che la V Commissione Sanità aveva licenziato un Piano che prevedeva una grande schematizzazione delle strutture ospedaliere esistenti in provincia di Salerno.


Noi, con una battaglia forte, abbiamo sconvolto tale Piano, facendo riconoscere tutti i servizi esistenti nelle varie strutture, che, per il futuro possono solo migliorare. E mi riferisco, in particolare, agli ospedali di Agropoli, Battipaglia, Sarno ed al Presidio di Castiglione di Ravello. Va evidenziato anche il grande risultato conseguito nel far riconoscere di 3° livello il Plesso di Nocera – Pagani. Con l’eliminazione del 1° e 2° livello, passata attraverso una mediazione nelle prime ore del mattino di giovedì scorso, siamo riusciti ad ottenere quanto previsto.


Un ringraziamento ai componenti della V Commissione che, con il loro voto favorevole, hanno accettato di doversi ricredere, riconoscendo per valide le nostre obiezioni.


Certo, questo è l’ennesimo fallimento del centrosinistra che ha messo un Piano, che, nato sotto l’auspicio del risparmio, è stato approvato senza che nessuno abbia capito in quale direzione marci l’iniziativa del contenimento della spesa. Indubbiamente, con le ultime squallide vicende relative alla SORESA sarebbe auspicabile un serio esame di coscienza da parte della Maggioranza e prendere, quindi, i provvedimenti consequenziali.


 


Napoli, 12.12.2006