CRISI IN LIBANO: PRODI A ´LE FIGARO´, APRIRE DIALOGO CON LA SIRIA

0

ROMA – “Romano Prodi: “Bisogna aprire il dialogo con la Sira”. Titola così Le Figaro nella home page del propro sito internet. In vista dell’incontro bilaterale Italia-Francia di domani a Lucca, la versione online del quotidiano francese ha intervistato il presidente del Consiglio. Tra i temi affrontati,
innanzitutto la crisi libanese.
“La missione è di giorno in giorno più difficile – dice Prodi -. E la presenza dell’Unifil è di giorno in giorno più necessaria”.  “Bisogna mettere i siriani di fronte alle loro responsabilità, in maniera chiara e aperta. Bisogna anche far pressione su di loro. Non parlare con i siriani non è una soluzione. L’obiettivo principale è di garantire l’indipendenza del Libano. Questo vuol dire anche l’indipendenza della Siria”. Alla domanda se c’é disaccordo con Chirac, Prodi risponde: “Siamo d’accordo nel merito. So che il presidente Chirac è stato profondamente ferito, ancor più di me, dall’assassinio di
Rafic Hariri. Ha ragione. La sola differenza è che io penso che si debba far pressione sui siriani attraverso un dialogo diretto e concreto. Fra Jacques Chirac e me c’é una differenza di tattica, non di sostanza”.

ALITALIA: MOLTI DUBBI PER AIR FRANCE
Prodi “ha molti dubbi” sull’opportunità di una soluzione Air France per Alitalia ed ora vorrebbe conoscere “le vere intenzioni” del gruppo franco-olandese. “Ho sempre appoggiato i contatti tra i due gruppi. Ora ho molti dubbi” ha detto al quotidiano “Le Figaro” alla vigilia del vertice italo-francese di Lucca. Il capo del governo si chiede se “Air France vuole creare un grande gruppo europeo di trasporto aereo in cui l’Italia abbia il suo posto o semplicemente impadronirsi del mercato italiano del trasporto aereo che è grande e molto ricco


WWW.ANSA.IT


                                                                Michele De Lucia