Positano nasce un Corso di Miracoli

0

Positano è un paese magico e fa anche miracoli, si sa, spesso d’amore. Ma ora nasce un vero e proprio centro per un Corso di Miracoli. E’ la nuova frontiera della New Age negli Usa e a Positano è nato il primo centro per un Corso di Miracoli in Italia. Un Corso molto noto negli Usa, ma diffuso da poco, dopo la traduzione del testo base fatta nel 1999, in Italia. E’ stato Frank Carpegna, un americano, ormai italianizzato, innamoratosi di questi posti dove vive da anni, a introdurlo in Costiera Amalfitana, ma anche a Napoli, con un suo gruppo composto da manager, professionisti, oceonografi, psicologi, musicisti e turisti interessati che fanno riferimento a lui quando arrivano in Italia . Negli Usa seguono questi corsi anche personaggi celebri come Hoprah Winfrey e Marianne Williamson. La scuola di miracoli porta a comprendere come l’unico ostacolo della vita è la paura e che i miracoli, cambiare la vita, se stessi, ma anche le cose che accadono, o attrarle nella propria esistenza, possono realizzarsi con particolari tecniche. Gruppi per i Corsi di Miracoli, sono anche gruppi di crescita personale e spirituale, counselling individuale, formazione sui nuovi approcci alla leadership, alla comunicazione, alla soluzione e mediazione di conflitti, team-building..


 “Sono venti anni che conosco il Corso di Miracoli – spiega Frank Carpegna , è la mia vita. L’idea del centro è di portare persone da tutto il mondo, il corso è stato tradotto in 26 lingue, ci sono tre milioni di persone che stanno studiando il corso di miracoli nel mondo. Positano può diventare uno dei punti di riferimento per loro. Per parecchi di noi questo è un nuovo testamento, è la spiegazione del messaggio di duemilanni fa, è una poesia di amore.” Il Corso di Miracoli è molto diffuso negli Usa, in Italia è agli inizi, dopo la pubblicazione, nel 1999, di una traduzione italiana, del corso ad opera di Isabella Popani, Fulvio Merlino e Sergio Pestarino, ha costituito un importante avvenimento culturale per l’ambiente New Age del nostro Paese. Ma cosa sono questi miracoli? “Bisogna leggere il libro per capirlo – dice Frank Carpegna -, noi abbiamo una visione illusoria della realtà e spesso non viviamo il presente. Poniamo limiti alla realizzazione del nostro essere che non vi sono. Ognuno può trovare il miracolo che vuole, cambiare se stesso, per esempio. Il perdono è una base di questo corso, dobbiamo cambiare la nostra percezione il nostro modo di vedere gli altri, non possiamo cambiare il mondo, ma noi stessi, e così cambiamo la percezione del mondo, siamo circondati di negatività che dobbiamo cambiare”


Ad introdurre questo tipo di corso, che consiste in esercizi da seguire quotidianamente, frasi positive da ripetersi e scrivere tutti i giorni, da esercizi di rilassamento, presa di coscienza del se e del presente, impegni costanti che non tutti riescono a mantenere,  fu Helen Schucman (1909-1981), una psicologa di origine ebraica ma atea quanto alle convinzioni religiose, in forza al Dipartimento di Psichiatria del Presbyterian Hospital, una articolazione della prestigiosa Columbia University, di New York che con il professor Bill Thetford (1922-1988), docente di psicologia medica alla Columbia University e agnostico raccoglie delle ispirazioni che poi diventano i testi basi per questi corsi


“Non ci sono ancora veri e propri centri in Italia – dice Giovanni Lollo che si occupa dell’unico sito ufficiale del corso, www.ucim.it -, ma dei gruppi di studio nati dalle iniziative della traduttrice Isabella Popani, che è il punto di riferimento dei corsi, o dalla spontanea lettura delle traduzioni del testo. Ognuno è libero di far quel che vuole. Leggi e hai le tue sensazioni. Con i gruppi si lavora meglio su se stessi. I miracoli li trovi leggendo il libro.”


Michele Cinque