Ravello al via i lavori per auditorium

0

Ravello. Al via i lavori per l’auditorium. Ieri la consegna alla ditta Delfino di Napoli dei lavori per la palificata. Una delle due gare, indette dal commissario ad acta voluto dalla Regione, Bruno De Maria, che saranno necessari per completare l’auditorium. La ditta Delfino ha vinto con un ribasso del 29 per cento con un importo di 800 mila euro. E dovrà terminare i lavori entro 200 giorni. Per il cinque novembre si dovrebbe conoscere anche l’aggiudicatario dei lavori complessivi per l’auditorium. “Noi continuiamo a ritenere che vi siano delle illegittimità di origine ed aspettiamo il merito del Tar sulla nomina del commissario – dice il sindaco di Ravello Paolo Imperato -, in ogni caso il suo compito a questo punto sarebbe esaurito visto che la nomina era limitata all’espletamento dei bandi, comunque vogliamo far chiarezza pure sul presupposto della pubblica utilità scaduta dopo tre anni.” Sotto accusa, adesso, è lo status di “pubblica utilità” dell’opera, attribuito dall’accordo di programma che ha scadenza triennale. Secondo Italia nostra, infatti, il conteggio dovrebbe essere effettuato dalla firma dell’intesa (16 ottobre 2003) e non dalla sua pubblicazione (3 novembre 2003). E, perciò, il primo cittadino Imperato ha chiesto la convocazione ad horas del Collegio di vigilanza, per fare chiarezza sulla questione ed evitare al Comune responsabilità che potrebbero derivare dai ricorsi dei proprietari dei suoli espropriati. Intanto tutti sono in attesa del consiglio comunale del prossimo 30 ottobre quando l’Amministrazione comunale potrebbe uscire dalla Fondazione Ravello e avviare le procedure per formarne una ex novo. Paolo Imperato che ha richiesto al consiglio di amministrazione della Fondazione di convalidare le nomine effettuate dalla Giunta municipale. E, dunque, di ratificare i rappresentanti indicati, che rispondono ai nomi del vice sindaco della città della musica, Salvatore Di Martino, del primo cittadino di Salerno, Vincenzo De Luca, e del dirigente Rai Antonio Bottiglieri. Persone che dovrebbero subentrare ai nominativi  espressi dall’ex maggioranza consiliare che sono l’europarlamentare di Forza Italia, Renato Brunetta, il senatore di alleanza nazionale, Learco Saporito, e l’ex sindaco Secondo Amalfitano. La questione si gioca proprio su questa circostanza e, oramai, si trascina già da un po’ di tempo. Accanto al Comune si è schierato il presidente della Provincia Angelo Villani che ha chiesto di prendere tempo.


Michele Cinque

Lascia una risposta