Positano dopo trenta anni si festeggia la Madonna del Rosario

0

Positano dopo trenta anni si festeggia la Madonna del Rosario


Con la santa supplica alla Madonna di domenica a Positano sono cominciati i riti di preparazione ai festeggiamenti per la Madonna del Rosario che, dopo trenta anni di assenza, si terranno nell’antica chiesa di Piazza dei Mulini che proprio da quest’anno è stata riadibita al culto dopo tanti anni di chiusura e dopo dei lavori di restauro durati anni. I festeggiamenti sono organizzati dalla Parrocchia Santa Maria Assunta, guidata dal parroco don Giulio Caldiero, e dalla confraternita di Maria del Santissima del Rosario e della Buona Morte. Da lunedì a sabato sette ottobre, quando si terranno i festeggiamenti, ci sarà una settimana di preghiera con il Santo Rosario ogni sera alle 18.30 ed una messa alle 19.00. venerdì sei ottobre arriverà in piazza dei Mulini la restaurata statua della Madonna e sabato ci saranno messe dalle 7 del mattino, alle 18 l’antico canto del Rosario e alle 18.30 la Santa Messa Solenne con, a seguire, la processione con la statua della Madonna per un tratto di Via Pasitea e tutta via Cristoforo Colombo e ritorno. La giornata di sabato sarà allietata dal concerto bandistico “Città di Serino” che passerà per le vie del paese ad annunciare la festa, mentre in serata, per concludere in allegria,  canterà Nello Buongiorno, che da La Zagara, il garden-bar fra i limoni, dove si esibisce nel piano bar durante l’estate, è arrivato sul palcoscenico nazionale di Domenica In ed in giro per l’Italia, è considerato la “voce” storica di Positano. L’apertura della chiesa del Rosario ai Mulini, anche se con alcune perplessità sulla bontà e l’esecuzione a regola d’arte di alcuni lavori di restauro, che fra l’altro  non hanno recuperato alcuni elementi o messo in evidenza spazi medievali (la chiesa, forse la più antica di Positano, con annesso un convento benedettino, crollato nel passato,  ha molte emergenze storiche ed artistiche, anche di origine romana, derivanti dalla antica villa marittima di Posides)  e sull’utilizzo come spazio espositivo per i quadri, non ritenuto opportuno in un luogo di culto da parte di esponenti del comitato parrocchiale,  è un fatto importante per il paese. La Chiesa, che prima veniva utilizzata solo per la benedizione delle palme, è centrale e può essere frequentata maggiormente da anziani e disabili, che avrebbero maggiori problemi a raggiungere la Chiesa parrocchiale, pur trovandosi a poche decine di metri, le scale ed il tragitto a piedi sono un problema per alcuni, inoltre è un biglietto da visita straordinario per i turisti che arrivano nel paese. A breve, forse, nella Chiesa sarà posto anche l’organo, restaurato pochi anni fa, e potrebbe essere un luogo dove poter eseguire anche straordinari concerti e magari, utilizzarla per mostre di arte sacra, riservando l’oratorio alle mostre artistiche, con la dovuta regolamentazione, che metterà un accordo fra tutti, fedeli e parrocchia, nell’interesse del paese e della comunità religiosa. I festeggiamenti per la Madonna del Rosario sono molto attesi da tutti gli abitanti dei Mulini, felici di ritrovare la loro chiesa e di riaprirla definitivamente al culto dopo tanti anni, un clima di festa che già si sente nell’aria e nella partecipazione popolare.


 


Michele Cinque