Positano stop alla musica a Fornillo

0

A fine estate arriva lo stop alla musica by night agli stabilimenti balneari di Fornillo. Una sospensione del 14 settembre 2006 agli stabilimenti La Marinella, Grassi, Ferdinando e Pupetto. Ma la notte bianca non c’entra nulla. Motivo? La mancata attestazione tecnica del rispetto del non superamento della soglia dell’inquinamento acustico stabilito con un regolamento dello scorso maggio. Un provvedimento che era nell’aria e pare scatenato da alcune denunce per alcune serate musicali un po’ fuori tono. “Senza attestazione tecnica non si può continuare a suonare ed avere la relativa licenza – dicono dal Comune -, quindi gli operatori dovranno mettersi in regola.” “Ad onor del vero abbiamo avvisato ben tre volte gli stabilimenti balneari – dice il vicesindaco Gaetano Marrone -, i titolari erano a conoscenza dell’arrivo di questo provvedimento.” “Effettivamente sapevamo che poteva arrivarci questa sospensione – dice Sandra Cappiello -, ma procurarsi un parere tecnico a fine estate è un costo che non intendiamo supportare, forse si poteva aspettare ancora un po’, ma sappiamo che la legge lo prevede. Aspetteremo l’anno prossimo.” “Si lo sapevamo che ci poteva essere questo problema – dice Marco Rispoli, dello stabilimento da Ferdinando -, il parere ce lo procureremo l’anno prossimo, costa un paio di migliaia di euro e non è il caso di affrontare questo costo a fine estate.”
Intanto, sempre a Fornillo, fervono i lavori del cosìdetto “Montone”, l’area che si trova fra Ferdinando e La Marinella, utilizzata dai pescatori come ricovero di barche. I lavori, pare, sono quelli finanziati con un Pit per il piano spiagge, ma non si sa nulla di preciso ancora e gli operatori protestano.
“Quell’area è stata utilizzata da sempre dai pescatori – dice Sandra Cappiello -, è stata in mano ai privati ed ora improvvisamente hanno tolto tutto, ora con il maltempo dove porteremo le nostre barche? Sulla strada? Vorremmo sapere almeno di che progetto si tratta e cosa si farà in quell’area, ma non vi è neanche un cartello o un’indicazione che ce lo spieghi.” Dall’altra parte dicono che si sta operando per sistemare una zona da sempre abbandonata e degradata e che si tratta di un progetto di riqualificazione che riguarda tutta l’area che va dalla spiaggia grande a Fornillo.
Michele Cinque