Praiano opposizione ricorre al Prefetto

0

Il Gruppo consiliare di opposizione al Comune di Praiano, nel pieno rispetto dello Statuto e del Regolamento comunale, in data 21 agosto u.s., ha richiesto al Sindaco di Praiano la convocazione di un consiglio, nei termini perentori dei 20 giorni previsti, per discutere argomenti molto importanti, trattati nella recente campagna elettorale e tutti di competenza del Consiglio comunale.


Nella fattispecie l’oggetto della convocazione è: la revisione degli estimi catastali, la soppressione dell’ICI per la prima casa, l’eliminazione della tassa per la depurazione e la revisione dei rapporti intercorrenti tra il Comune di Praiano e l’associazione “Pelagos”.


Stranamente ed in contrasto con le leggi vigenti, il Sindaco Amendola, anziché convocare il Consiglio per tali argomenti, ha pensato bene di rispondere direttamente a 3 dei 4 argomenti e di convocare il Consiglio solo per la revisione degli estimi catastali, tra l’altro oltre i termini previsti dalla legge.


Il Consigliere Regionale e Capogruppo Salvatore Gagliano, è intervenuto sull’argomento ed ha dichiarato: “Siamo perplessi e sconcertati da tale atteggiamento che viola  lo Statuto, il Regolamento comunale e qualsiasi regola basilare di democrazia.


La maggioranza, dopo gli impegni elettorali assunti, aveva il dovere di venire in Aula per discutere  sulle promesse fatte. E’evidente che non hanno la forza di mantenere gli impegni  assunti.


Non è possibile che a Praiano si continui a pagare il servizio della depurazione, pur essendo il Comune sprovvisto di qualsiasi tipo di impianto. Come non è possibile che il Comune continui ad arricchirsi con tasse sproporzionate che cadono sulla testa dei cittadini. Di fatti, grazie a tale alta tassazione l’amministrazione comunale presenta un avanzo di 500.000 euro, dovuto alla imposizione tributaria nettamente aumentata  in questi ultimi 5 anni.


Evidentemente, nostro malgrado, saremo costretti a rivolgerci al Sig. Prefetto, il quale porterà al ripristino della legalità convocando il Consiglio comunale da noi richiesto.


Nota di Positanonews: abbiamo chiesto un intervento via mail al Comune di Praiano quando lo riceviamo lo pubblichiamo